All Posts in Category: Notizie

COVID – DE PETRIS (LeU): “LE NUOVE NORME SONO UN PASSO AVANTI UTILE MA SAREBBE NECESSARIO L’OBBLIGO VACCINALE PER TUTTI”

“La gravità della situazione imponeva decisioni drastiche e il governo ha fatto bene a muoversi subito. L’obbligo di Green Pass rafforzato per i lavoratori e la vaccinazione obbligatoria per gli over 50 sono un passo avanti che aiuterà a fronteggiare questa nuova ondata del virus, proteggendo la salute dei cittadini e l’economia del Paese”, afferma la capogruppo di LeU al Senato Loredana De Petris.

“Tuttavia non ci convince del tutto la scelta di limitare l’obbligo vaccinale sulla base di un poco congruo criterio anagrafico. Sarebbe stato a nostro parere più adeguato scegliere risolutamente la vaccinazione obbligatoria per tutti i cittadini, come richiesto dalla gravità della situazione. Speriamo che le misure adottate oggi siano sufficienti. In caso contrario bisognerà avere il coraggio di estenderle a tutta la popolazione”.

Approfondisci

CAMPIONATO DI CALCIO – RUOTOLO E QUAGLIARIELLO: “APPELLO AL PRESIDENTE DRAGHI”

“Ci rivolgiamo a Lei, presidente del Consiglio Mario Draghi, chiedendole di intervenire urgentemente, con tutta la sua autorevolezza, affinché si sospendano i campionati di calcio nel nostro Paese. Come lei saprà sono più di cento i calciatori di serie A (per non contare quelli delle serie inferiori) contagiati dal virus. In queste condizioni, le decisioni sullo svolgimento delle partite sono devolute alle ASL territoriali che comprensibilmente non hanno gli stessi criteri di valutazione. Inoltre, vi sono giocatori che dovrebbero trovarsi in quarantena e che invece si trovano aggregati ai gruppi-squadra dei rispettivi club. Insomma, ci sembra si sia creato uno stato di anarchia e di confusione che certamente non giova allo sport e che non può che preoccupare per i suoi inevitabili risvolti sociali”. Lo affermano in una nota congiunta i senatori Gaetano Quagliariello e Sandro Ruotolo.

Approfondisci

NUCLEARE – DE PETRIS (LeU): “LA PROPOSTA EUROPEA DI CONSIDERARLO GREEN È SBAGLIATA E PERICOLOSA”

“La proposta di considerare gas e nucleare come fonti Green è sbagliata e pericolosa. Rischia di vanificare gli sforzi per raggiungere l’obiettivo di emissioni zero per il 2050: risorse e incentivi finirebbero infatti per essere indirizzati verso le fonti non sostenibili invece che verso le rinnovabili. Il contrario esatto di come ci si deve muovere. Il nucleare, peraltro, è la strada più lenta, immensamente più costosa e pericolosa, per fronteggiare i cambiamenti climatici”, afferma la capogruppo di LeU al Senato Loredana De Petris.
“Ci auguriamo dunque che nonostante le pressioni della Francia, dovute agli interessi nucleari francesi, la bozza della Commissione venga modificata con l’esclusione del gas e del nucleare dal novero delle fonti Green. Quanto al referendum pro nucleare vagheggiato da Salvini, mi permetto di ricordargli che in Italia i referendum possono essere solo abrogativi e che già due volte gli italiani hanno adoperato quello strumento proprio per abrogare il nucleare”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci

RAID MIRATI – RUOTOLO: “COMINCIA NEL MODO PEGGIORE IL 2022, CON UN ATTENTATO A POMIGLIANO E UN AGGUATO A FUORIGROTTA”

“Comincia nel modo peggiore il 2022: a Pomigliano d’Arco con un raid mirato sono state date alle fiamme tre auto della polizia municipale e tra loro c’era anche un Mercedes confiscato a un boss e donato dalla Procura antimafia di Napoli al Comando della polizia locale mentre a Napoli, approfittando sempre del baccano dei festeggiamenti dell’anno nuovo, i killer sono entrati in azione a Fuorigrotta, quartiere dell’area Occidentale della città ed hanno ucciso Salvatore Capone, di 42 anni, esponente di un clan collegato con l’Alleanza di Secondigliano. Se a Pomigliano d’Arco l’azione della polizia locale ha acquistato slancio e forza con operazioni importanti come la lotta all’abusivismo edilizio ‘legale’ divenendo essa stessa obiettivo, a Fuorigrotta l’iniziale effervescenza tra clan si è trasformata in una faida che minaccia da vicino l’intera città di Napoli. A distanza di poche settimane a Fuorigrotta, la camorra ha lasciato sul selciato due morti e un ferito grave. Non si fermano gli agguati, le stese e gli attentati. Tra pochi giorni arriveranno in città la ministra degli interni e il ministro dell’istruzione. È un segnale importante di attenzione da parte del governo. Abbiamo bisogno di costruire risposte in tempi brevi, medi e lunghi”. Lo afferma in una nota il senatore Sandro Ruotolo del Gruppo Misto-Ecosolidali.

Approfondisci

MATTARELLA – DE PETRIS (LeU): “DOBBIAMO TUTTI RINGRAZIARE IL PRESIDENTE PER LA SAGGEZZA E LA FEDELTA’ ALLA COSTITUZIONE DIMOSTRATE IN QUESTI ANNI DIFFICILISSIMI”

“Tutti dobbiamo ringraziare il presidente Mattarella per la saggezza e la rigorosa aderenza al dettato Costituzionale dimostrati in una delle fase più difficili nella vita della Repubblica. È in buona parte grazie alla sua capacità di rappresentare e difendere l’unità profonda di questa comunità che oggi il presidente può lanciare un messaggio di speranza e di ottimismo, invitandoci a ricordare quali immense difficoltà il Paese tutto abbia superato nell’ultimo biennio”, commenta la capogruppo di LeU al Senato Loredana De Petris.
“Il capo dello Stato non ha nascosto le difficoltà che ancora ci attendono per superare le ferite profonde di questo Paese: un’ingiustizia sociale cresciuta ancora con la pandemia, la necessità di proseguire alacremente sulla via della transizione ecologica e di quella digitale, la restituzione ai giovani del ruolo essenziale che solo loro possono svolgere. Ma Sergio Mattarella ci ha anche offerto la bussola necessaria per andare avanti: la difesa dell’unità della nostra comunità e della Costituzione che ne costituisce il fondamento e il cemento”, conclude la presidente De Petris.

 

Approfondisci

COVID – DE PETRIS (LeU) E CASTALDI (M5S): “LA SITUAZIONE DEI TAMPONI È GRAVE. BISOGNA PERMETTERE ANCHE ALLE PARAFARMACIE DI FARLI”

“La situazione dei tamponi in molte zone del Paese ha già superato il livello di guardia e si va aggravando rapidamente ovunque. Non si deve sottoporre una popolazione già provata da due anni di pandemia all’obbligo di file interminabili. Non si può permettere che fiorisca la speculazione. Non si possono lasciare le persone in attesa di un tampone introvabile”, affermano la capogruppo di LeU al Senato Loredana De Petris e il senatore del M5S Gianluca Castaldi, primi firmatari ciascuno di un emendamento che chiede di trovare il modo per consentire anche alle parafarmacie di fare i tamponi.
“I nostri emendamenti al decreto sul Green Pass attualmente in discussione al Senato mirano a permettere alle parafarmacie di fare i tamponi, facendo prevalere l’interesse generale su quelli particolari che ostacolano questa soluzione. Ma il tempo stringe e sarebbe ancora meglio se il governo si muovesse subito in questa direzione, già nel decreto sulle quarantene”.

Approfondisci

COVID – DE PETRIS (LeU): “GIUSTE LE NUOVE REGOLE. ORA VALUTARE SULLA BASE DEI DATI CONCRETI IL SUPER GREEN PASS OBBLIGATORIO IN TUTTI I LUOGHI DI LAVORO”

“In una situazione di massimo rischio, quando la situazione sanitaria ed economica del Paese è ancora del tutto in bilico, il governo ha fatto bene a decidere l’obbligatorietà del Green Pass rafforzato nei locali anche all’aperto e a maggior ragione sui mezzi pubblici. È stato però giusto, a fronte di un virus che appare ora meno letale ma più contagioso, anche allentare le maglie della quarantena, perché in caso contrario si sarebbe inflitto un colpo durissimo all’economia senza che ce ne fosse vera necessità sul piano, comunque sempre prioritario, della salute pubblica”, afferma la capogruppo di LeU al Senato Loredana De Petris.
“Nei prossimi giorni bisognerà tenere sotto controllo e analizzare attentamente la situazione per prendere una decisione dettata dal quadro reale e dalle necessità concreta sulla eventualità di estendere il Green Pass rafforzato a tutti i luoghi di lavoro”.

 

Approfondisci

COVID – DE PETRIS E ERRANI (LeU-ECOSOLIDALI): “SUBITO TAMPONI ANCHE NELLE PARAFARMACIE”

 

 

“La situazione dei tamponi sta diventando ingestibile. Con l’arrivo della variante Omicron e con le nuove regole necessarie per evitare di ritrovarci in una situazione disastrosa le farmacie non sono più in grado di rispondere alla richiesta di tamponi rapidi. Non si può chiedere a una popolazione già provata da due anni di pandemia di fare adesso anche ore di fila per il tampone. Si trovi dunque modo di permettere anche alle parafarmacie di fare i tamponi, come avevamo chiesto anche in un emendamento alla legge di bilancio. Non c’è altra via per mettere in campo un’offerta adeguata alla domanda di tamponi e dunque questo è ciò che va fatto subito”, dichiarano Loredana De Petris, capogruppo di LeU al Senato, e il senatore di LeU-Ecosolidali Vasco Errani.

Approfondisci

MANOVRA – DE PETRIS (LeU): “ABBIAMO OTTENUTO RISULTATI IMPORTANTI. L’IMPEGNO ORA È PER GLI OBIETTIVI NON ANCORA RAGGIUNTI”

“Desidero anzitutto ringraziare i relatori per il prezioso lavoro svolto al fine di migliorare una manovra già espansiva che si colloca in una delicata fase di crescita. Quest’anno la crescita del Pil andrà oltre il 6% ma siamo ancora molto lontani da una proporzionale ripresa dell’occupazione e questa è la sfida che ci attende”, afferma la capogruppo di LeU al Senato Loredana De Petris nella sua dichiarazione di voto sulla legge di bilancio.

“Come LeU-Ecosolidali siamo intervenuti con diversi emendamenti, per rendere la manovra più equa e più verde. Riteniamo molto positiva, nel capitolo scuola, la proroga dei contratti di supplenza dell’organico Covid Ata e gli ulteriori investimenti sul fondo per la valorizzazione dei docenti. In materia di ambiente e tutela degli animali abbiamo inserito numerose disposizioni molto significative e consideriamo un successo molto importante il divieto di allevamento degli animali da pelliccia: una misura che davvero non era più rinviabile. Altrettanto significativi il potenziamento dei controlli ambientali, le norme sull’APE social a tutela dei lavoratori dell’edilizia e della ceramica e l’emendamento sui tirocini per impedire l’uso distorto che se ne è spesso fatto. In commissione abbiamo modificato il superbonus, con l’obiettivo di valorizzare uno strumento che non è solo una leva economica ma serve anche alla trasformazione ecologica del Paese. Lo abbiamo esteso a tutto il 2023, eliminando il tetto Isee sulle case unifamiliari. Anche sul versante fondamentale della salute abbiamo ottenuto una modifica estremamente rilevante del payback, imponendo finalmente alle case farmaceutiche di versare il dovuto allo Stato italiano. Non abbiamo raggiunto tutti i risultati che ritenevamo fondamentali. Il capitolo sul fisco ci lascia parzialmente insoddisfatti. Non è ancora sufficiente per quanto riguarda il miglioramento del profilo distributivo dell’Irpef e non realizza quella riforma strutturale indispensabile per coniugare equità e sostenibilità. Insufficiente e inadeguata ci pare infine la norma sulle delocalizzazioni. Nel complesso siamo soddisfatti dello sforzo fatto e del lavoro corale svolto da tutti i gruppi parlamentari. Tuttavia proseguiremo con il nostro impegno perché si realizzino tutti gli obiettivi che abbiamo rivendicato”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci

PNRR – DE PETRIS (LeU): “IL DECRETO È IMPORTANTE MA ATTENZIONE A MISURARE LA SOSTENIBILITA’ DEI PROGETTI”

“ll decreto sul Pnrr è di estrema importanza e contiene moltissime norme. Sarebbe stato dunque molto importante consentire al Senato, di dare il proprio contributo, in particolare alle Commissioni coinvolte, che non hanno potuto far altro che scorrere brevemente le sue pagine. Su questo vulnus, che si ripete ormai continuamente, a scapito di una delle due camere a turno, bisognerà intervenire”, dichiara la capogruppo di LeU Loredana De Petris nella sua dichiarazione di voto.

“Il cuore del Next generation EU è la transizione ecologica, intrecciata con la necessità di mettere in campo provvedimenti che rafforzino i territori e producano coesione sociale. Sono questi sono i due pilastri fondamentali, su cui abbiamo cercato di lavorare per costruire il Pnrr con provvedimenti molto importanti e di grande interesse, che andranno poi concretamente realizzati. È però necessario ricordare che nessun progetto approvato dentro il Piano deve essere dannoso per l’ambiente. Vorrei dunque capire come misuriamo la sostenibilità di questi progetti, come misuriamo il fatto che debbano migliorare e non evidentemente creare danno. Restringere ulteriormente e pesantemente tutte le valutazioni per quanto riguarda l’impatto ambientale e la sostenibilità ambientale è rischioso Su questo si deve porre massima attenzione. Non possiamo rischiare che il Pnrr, che nasce per rispondere alla crisi pandemica ma anche per affrontare la crisi climatica, finisca invece per provocare ulteriori danni”, conclude la capogruppo di LeU.

Approfondisci