All Posts Tagged: Gruppo Misto

ELEZIONI – PRESIDENTE DE PETRIS: “VOTERO’ PER CONTE E IL M5S”

Foto Valerio Portelli/LaPresse
25-09-2019 Roma, Italia
Presentazione del ddl sulla tutela della dignità nel fine vita
Politica
Nella Foto: Loredana De Petris
Photo Valerio Portelli/LaPresse
25 September 2019 Rome,Italy
Presentation of the bill on the protection of dignity at the end of life
Politics
In the pic: Loredana De Petris

“Da sempre la difesa dell’ambiente, che oggi vuol dire la difesa della vita su questo pianeta, la riconversione ecologica e la lotta contro le diseguaglianze sociali e civili sono state il senso del mio impegno politico. Per questo mi sono battuta strenuamente al Comune di Roma e in Parlamento. Oggi il partito che con maggiore determinazione e coerenza combatte queste battaglie è il Movimento Cinque Stelle, con il quale abbiamo condiviso importanti battaglie in Parlamento. Penso che per il centrosinistra sia stato un errore enorme e che pagheremo a caro prezzo sacrificare il progetto comune che avevamo costruito nel corso dell’esperienza del governo Conte bis. So che per la sinistra non c’è altra via se non riprendere quel disegno ispirato a una visione nuova della società italiana. Infine solo il voto per il M5S è oggi realmente utile per impedire che la destra dilaghi. Per questo domenica prossima voterò per Conte e per il M5S con l’auspicio di riprendere al più presto un cammino comune che non doveva essere interrotto”, dichiara in un comunicato la presidente del gruppo Misto al Senato Loredana De Petris.

Approfondisci

SENATORE RUOTOLO MINACCIATO DI MORTE – “FARAI LA FINE DI TUA CUGINA”

” ‘Vedi come devi fare la fine tua sorella…fai molta attenzione’. È la minaccia, infame, che mi è giunta via social. Il riferimento è a mia cugina, Silvia Ruotolo, una delle tante, troppe vittime innocenti uccise dalla camorra. Lo sapevo che prima o poi si sarebbero fatti sentire. Mi sono candidato nel collegio uninominale della Camera di Torre del Greco, territori difficili dove a distanza di cento giorni sono stati sciolti per infiltrazioni mafiose due Consigli comunali, quello di Castellammare e Torre Annunziata. Oggi, a quattro giorni dal voto, evidentemente ci sono ambienti e personaggi che sono infastiditi dal fatto che in questa campagna elettorale continuo a parlare e denunciare la camorra. Questa minaccia via web, l’ho vissuta come se fosse stato un pugno nello stomaco. Io, come sempre, nonostante le minacce, mi sento un uomo libero. E non tacerò”. È quanto scrive sul proprio profilo Facebook il senatore Sandro Ruotolo.

Approfondisci

SINISTRA – DE PETRIS (LeU): “GUARDARE SUBITO AL DOPO 25 SETTEMBRE. DOMANI UN’INIZIATIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN POLO PROGRESSISTA ED ECOLOGISTA”

“Dobbiamo attrezzarci subito per mettere in campo, dopo il 25 settembre, un polo progressista con nella sua azione politica la riconversione ecologica e la lotta strenua contro le diseguaglianze. È un polo che va costruito trasversalmente con tutti quelli che, nei partiti nelle associazioni o nella società, vogliono impegnarsi in questa sfida. Per questo spero che domani gli ambientalisti ci siano tutti, senza guardare all’appartenenza politica”.
Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto e capogruppo di LeU al Senato, spiega così il senso dell’iniziativa promossa a Roma domani pomeriggio alle 18 presso il Circolo Thaon di Revel, in lungotevere Thaon di Revel 3, insieme alla rivista Nuova Verde Ambiente. Alla manifestazione, coordinata dal direttore della rivista Mattia Ciampicacigli, parteciperanno diversi esponenti del Pd, del M5S e di Up.
“La rottura dell’alleanza giallorossa – aggiunge l’ecologista Paolo Cento, tra i partecipanti all’iniziativa – è stata un grave errore che rischia di compromettere anche le elezioni regionali. Bisogna guardare subito al dopo 25 settembre per rilanciare un polo progressista ecosolidale capace di contendere alla destra i governi locali”.

Approfondisci

DL AIUTI BIS – DE PETRIS E ERRANI: “CHI HA TOLTO IL TETTO AGLI STIPENDI DEI SUPERMANAGER SE NE ASSUMA LA RESPONSABILITA'”

“Benissimo l’emendamento correttivo per ripristinare il tetto allo stipendio dei supermanager della Pa e delle Forze dell’Ordine. È un intervento indispensabile e lo voteremo con assoluta convinzione”, dichiarano la presidente del gruppo Misto al Senato Loredana De Petris e il senatore Vasco Errani.
“In un momento così drammatico per milioni di persone eliminare il tetto agli stipendi d’oro nella Pa è incomprensibile e inaccettabile. L’eliminazione del tetto proviene da una riformulazione del governo arrivata all’ultimo momento approfittando delle circostanze straordinarie che hanno portato all’approvazione del decreto aiuti bis e sarebbe molto opportuno sapere chi lo ha scritto, perché e che soprattutto se ne assuma la piena responsabilità”, concludono la presidente De Petris e il senatore Errani.

Approfondisci

ROMA, UOMO PRECIPITATO DALLA FINESTRA – DE PETRIS (MISTO) E MAIORINO (M5S): “ANNUNCIAMO INTERROGAZIONE SU EPISODIO GRAVE E ALLARMANTE, SIA FATTA SUBITO CHIAREZZA”

“La vicenda del giovane Habis Omerivic, precipitato dal quinto piano, nel corso di un intervento delle forze dell’ordine, senza alcun mandato, lascia sgomenti ed estremamente preoccupati. Per questo annunciamo subito un’interrogazione. E’ necessario infatti che venga fatta in tempi molto rapidi piena chiarezza e che – se saranno accertate responsabilità – i responsabili vengano puniti severamente. Ma è l’intera vicenda che deve essere esaminata con la massima attenzione. Anche al di là dell’esito tragico, non è neppure immaginabile che appartenenti alle forze dell’ordine si muovano autonomamente sulla base di denunce che qualcuno scrive sui social. Se le cose fossero andate davvero così, questo episodio sarebbe ancora più grave e allarmante”.
Lo dichiarano le senatrici Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto e Alessandra Maiorino del Movimento 5 Stelle, membro della Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani e candidata a Roma.

Approfondisci

SUPERBONUS – DE PETRIS (LEU): “SOLUZIONE MOLTO POSITIVA NELL’INTERESSE DEL PAESE”

“Molto positiva la soluzione che si è trovata per lo sblocco dei crediti d’imposta legati al Superbonus, che metterà in sicurezza migliaia di imprese che erano a rischio fallimento, lavoratori e famiglie. Bisogna dare atto al Movimento 5 Stelle di aver difeso non una bandiera di parte, ma l’interesse dell’intero Paese”.
Lo dice la presidente del gruppo Misto e capogruppo di Leu al Senato, Loredana De Petris.

Approfondisci

ENERGIA – DE PETRIS (PRESIDENTE GRUPPO MISTO SENATO): “IL PIANO CINGOLANI È POCO UTILE. SERVONO UN PIANO ECCEZIONALE E UN COMMISSARIO PER IL PASSAGGIO ALLE RINNOVABILI”

“Il piano del ministro Cingolani è del tutto insufficiente per fronteggiare la crisi energetica. È come pretendere di curare una malattia grave con l’aspirina, bisogna prendere decisioni ben più drastiche”, afferma la capogruppo di LeU al Senato Loredana De Petris.

“Prima di tutto bisogna intervenire decisamente sulla formazione del prezzo dell’energia e sulle dinamiche del mercato di Amsterdam, perché all’origine di questa crisi c’è la speculazione consentita proprio da quelle regole. Allo stesso tempo bisogna varare un piano urgentissimo per accelerare al massimo il passaggio alle rinnovabili. Puntare tutto sul gas liquido americano e sui rigassificatori, serve solo ad arricchire i fornitori di gas americano e a evitare ancora una volta di imboccare la sola via percorribile, quella delle fonti di energia rinnovabili. Avevamo proposto da tempo un piano eccezionale e la nomina di un commissario. Se fosse stato fatto oggi non ci troveremmo in queste condizioni, come dimostra la situazione molo migliore della nostra di Spagna e Portogallo, che si sono mosse con una rapidità e una determinazione di cui da noi ancora purtroppo non si vede traccia”.

Approfondisci

GORBACEV – DE PETRIS (LeU): “LEADER DI GRANDE SPESSORE E CORAGGIO NON AIUTATO ABBASTANZA DALL’OCCIDENTE”

“Ricordo Michail Gorbacev nella sua visita al Campidoglio del 1990, un leader molto apprezzato all’estero ma impopolare nella sua Unione Sovietica strangolata allora da una tremenda crisi economica. È stato una figura di grandissimo spessore storico e di enorme coraggio, con cui sia la sua Russia che l’occidente sono stati ben poco generosi. Pochi leader hanno fatto altrettanto per la pace, la distensione internazionale, la fine della guerra fredda e anche dopo l’uscita dalla grande scena pubblica la sua fondazione ha continuato a battersi strenuamente per la pace e per l’ambiente. L’Occidente e l’Europa in particolare non lo hanno aiutato come sarebbe stato necessario per vincere la difficilissima battaglia che mirava a fare del suo Paese una democrazia moderna. È anche grazie a questo mancato sostegno che la Russia ha preso la piega che ha portato alla dittatura di Putin”, afferma la capogruppo di LeU al Senato Loredana De Petris.

Approfondisci

CARO BOLLETTE – DARE RISPOSTE IMMEDIATE

Occorre dare risposte immediate e non più rinviabili alle piccole e medie imprese artigianali, alle aziende conserviere e al settore del commercio sul caro energia che specialmente in Campania contribuiscono in modo fondamentale alla ricchezza della nostra regione. Ci troviamo di fronte a uno tsunami, come denunciano i rappresentanti di categoria, con aumenti delle bollette del gas e della luce che, in questo mese di agosto, sono aumentate del 300 e del 500 per cento. Gli effetti potrebbero essere disastrosi, non solo mettendo a rischio la stessa sopravvivenza delle attività economiche con l’ulteriore perdita di posti di lavoro ma creando ripercussioni drammatiche sui consumatori e in particolare sulle famiglie già colpite dal caro vita dovuto all’aumento dell’inflazione che al Sud è più alto del resto d’Italia. Bisogna subito mitigare gli aumenti raffreddandoli con provvedimenti urgenti come la riduzione dell’Iva e delle bollette per famiglie a reddito medio basso e per le imprese con sostegni economici per tutelare la produzione di beni primari come la pasta e il pane già gravate anche dal considerevole aumento della farina dovuto principalmente al conflitto ucraino. Questa emergenza ci sollecita ad accelerare la transizione ecologica e lavorare per cambiare il modello energetico del Paese, argomenti che devono entrare stabilmente nell’agenda dei partiti, della politica e del governo.

Approfondisci

ACCETTATA LA CANDIDATURA – RUOTOLO: “È UN ONORE E SENTO ADDOSSO TUTTA LA RESPONSABILITA’ DI GUIDARE IL CAMPO DEMOCRATICO E PROGRESSISTA NEL COLLEGIO UNINOMINALE DI TORRE DEL GRECO ALLA CAMERA DEI DEPUTATI”

“È un onore e sento addosso tutta la responsabilità di guidare la coalizione del campo democratico e progressista nel collegio uninominale di Torre del Greco alla Camera dei deputati. È una sfida che ho accettato perché non si può restare indifferenti. La posta in gioco è la nostra democrazia. L’avversario da battere è la destra sovranista rappresentata da Giorgia Meloni che vuole il presidenzialismo e l’autonomia differenziata, che non crede negli effetti devastanti dei cambiamenti climatici e nella riconversione ecologica della nostra economia. Voglio rappresentare in Parlamento la mia terra, liberarla dall’oppressione della camorra che si riproduce perché si relaziona con i poteri economici, finanziari e politici e che toglie i diritti ai cittadini. Il diritto al lavoro, innanzitutto. Darò voce a chi voce non ha, mi batterò per ridurre le diseguaglianze. Anche i nostri figli e i figli dei nostri figli hanno diritto a sognare il loro futuro. Non è giusto che un bambino che nasce al Sud abbia il doppio delle probabilità di morire nel primo anno di vita rispetto ad uno nato al Nord”. Lo scrive in un post il senatore Sandro Ruotolo dopo aver accettato la candidatura alla Camera dei deputati nel collegio uninominale Campania 1 – U07 Città metropolitana di Napoli.

Approfondisci