All Posts Tagged: Costituzione

FORUM ECOLOGIA INTEGRALE – DE PETRIS (LEU): “IMPORTANTE E UTILE L’INTERGRUPPO, ORA SI DEVE INSERIRE LA TUTELA DELL’AMBIENTE NELLA COSTITUZIONE”

“Ritengo che sia di assoluta importanza e utilità la formazione di un intergruppo che riunisce parlamentari di appartenenza, cultura politica e sensibilità diverse ma che riconoscono tutti la centralità assoluta e a tutto campo del messaggio ecologico, come inteso dal Pontefice nella sua preziosa enciclica “Laudato Si“, dichiara la sentarice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto, a margine del Forum “Ecologia integrale” organizzato al Senato dall’intergruppo parlamentare.

“Ma i princìpi devono trasformarsi in regole e norme. Per questo il primo obiettivo, che può essere raggiunto già in questa legislatura, è inserire la tutela dell’ambiente in Costituzione, all’art. 9. Da questa riforma deriveranno infatti una serie di norme fondamentali per tutti noi e ancor più per le prossime generazioni”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci

AMBIENTE – DE PETRIS (LeU): “IL VERO PIANO SHOCK E’ DAR SEGUITO CONCRETO AL PROGRAMMA DI GOVERNO SUL GREEN NEW DEAL”

Il vero piano shock di cui questo Paese ha bisogno, non solo per superare la crisi innescata dal Covid-19 ma anche per imboccare la strada di un nuovo modello di sviluppo, è l’attuazione puntuale del programma di governo. In quel programma il green new deal era stato indicato come il fulcro dell’azione di governo, la sua vera ragion d’essere”, afferma la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del Gruppo Misto, a margine del dibattito sui cambiamenti climatici nell’aula del Senato.

Nel programma abbiamo indicato chiaramente, come punti essenziali dell’azione di governo, la centralità della protezione dell’ambiente in tutti gli interventi pubblici, la riconversione ecologica con un progressivo ma deciso passaggio alle energie rinnovabili, la protezione delle biodiversità, la lotta ai cambiamenti climatici. Si tratta ora di dar seguito concreto a quegli impegni, con una serie di interventi precisi e ben definiti, incluso l’inserimento della difesa dell’ambiente in Costituzione. Questi interventi, a partire da una drastica accelerazione della riconversione delle fonti energetiche, sarebbero stati comunque imprescindibili e rappresentano del resto la principale linea d’intervento decisa dalla Commissione europea. La crisi seguita a una pandemia nella quale hanno sicuramente pesato anche i fattori ambientali li ha resi se possibile ancora più urgenti. E’ ora di svegliarsi di procedere davvero con un piano shock necessario per salvare sia l’Italia che il pianeta”, conclude la senatrice di LeU.

Approfondisci

LIBIA – DE PETRIS E FORNARO (LEU): “MEMORANDUM SUI MIGRANTI NON DEVE ESSERE CONFERMATO.”

“Il memorandum sui migranti tra Italia e Libia, che scadrà il prossimo 2 novembre, non può essere confermato senza radicali modifiche. La Libia non è un porto sicuro in cui riportare i naufraghi salvati e non lo è neppure per quelli che vengono rinchiusi nei lager e sottoposti a un trattamento feroce e disumano che è ormai, purtroppo, ampiamente documentato”, dichiarano Loredana De Petris e Federico Fornaro, capigruppo LeU.

“Il fatto che il memorandum sia stato concordato, in un incontro tra i funzionari del Viminale e la Guardia costiera libica, con uno dei più feroci torturatori e trafficanti di esseri umanI libico, appena confermato a capo della Guardia costiera libica, getta una luce ancor più sinistra su quell’accordo. Del tutto inaccettabile è anche il decreto libico emesso il 14 settembre scorso che impone alle Ong di presentare preventiva domanda di autorizzazione alle autorità libiche prima di operare salvataggi in mare. Questo memorandum non può essere confermato e a pronunciarsi deve comunque essere il Parlamento, che non può continuare ad essere ignorato e messo da parte in una materia che riguarda direttamente il rispetto dei più elementari diritti umani e della nostra stessa Costituzione”, concludono Fornaro e De Petris.

Approfondisci

SCUOLA – DE PETRIS (LeU): “SINDACA MONFALCONE VUOLE SCHEDARE DOCENTI DI SINISTRA. GIU’ LE MANI DALLA SCUOLA”

“Siamo ormai alle liste di proscrizione. E’ semplicemente incredibile che la sindaca di Monfalcone possa proporre una sorta di ‘schedatura’ dei docenti di sinistra, colpevoli secondo lei di avvelenare le menti dei giovani e, più prosaicamente, di criticare le sue ordinanze” dichiara la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“Ci troviamo di fronte a un comportamento gravissimo e inaccettabile, che lede il diritto d’insegnamento e getta un’ombra fosca sul rispetto delle libertà e  dei diritti costituzionali. Ho rivolto un’interrogazione al ministro dell’Istruzione per sapere come intenda impedire che si verifichi questa inconcepibile violazione dei diritti fondamentali. E’ infatti fondamentale che, come prima cosa, la proposta della sindaca venga sospesa e che il governo chiarisca che comportamenti del genere, in aperto contrasto con la Costituzione, non sono tollerabili”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci

RIFORME – DE PETRIS (LeU): “IL VERO OBIETTIVO E’ INDEBOLIRE SEMPRE DI PIU’ LA DEMOCRAZIA PARLAMENTARE”

“Questa riforma costituzionale si inscrive nel corso delle altre riforme tentate in precedenza ed è purtroppo omogenea alle mazzate che vengono da anni inflitte alla democrazia parlamentare nella pratica quotidiana. L’obiettivo è sempre lo stesso: indebolire sempre più, sino a renderla un puro simulacro, la democrazia parlamentare”, dichiara la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“Il problema non è quello dei costi, anche perché è ovvio che la democrazia abbia dei costi. Non è neppure quello dell’efficienza: basta applicare il nuovo regolamento per snellire e rendere più efficiente il lavoro del Senato. Ma non è per questo che si vuole ridurre il numero dei parlamentari. L’obiettivo è invece rendere ancora più debole il potere legislativo a tutto vantaggio di quello esecutivo, non era certo ciò che avevano in mente i costituenti. Sarebbero ben altri gli interventi necessari per adeguare la Carta alle esigenze della contemporaneità. Primo fra tutti chiarire nel dettaglio quali sono i vincoli per la tutela dell’ambiente e della biodiversità, sancita ma solo in linea generale dall’art. 9 della Costituzione”.

Approfondisci

MIGRANTI – DE PETRIS (LeU): “SALVINI VIOLA LEGGI INTERNAZIONALI E COSTITUZIONE. ISTITUZIONI REPUBBLICANE INTERVENGANO PER FERMARLO”

 

Questo strazio ai danni di chi ha già sofferto troppo e questa continua, spudorata violazione delle regole internazionali e costituzionali da parte del ministro Salvini devono finire. Ora siamo addirittura al sequestro di persona, con i profughi dell’Alex che non possono scendere a terra dopo essere stati tenuti in ostaggio dall’ignobile balletto organizzato dal governo italiano e da quello maltese”, dichiara la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

E’ inutile aspettarsi un barlume di ragionevolezza o umanità da parte di Salvini. La sola cosa a cui è interessato è farsi propaganda sulla pelle dei più deboli. Devono quindi essere le istituzioni repubblicane a intervenire per garantire il rispetto delle leggi internazionali e della nostra Costituzione”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci

DL SICUREZZA – DE PETRIS (LeU): “IL DECRETO PUNISCE CHI SALVA LE VITE E LEDE IL DIRITTO DI MANIFESTARE ED ESPRIMERE DISSENSO. VA MODIFICATO”

“Il dl Sicurezza approvato ieri dal cdm rappresenta un gigantesco passo indietro quanto a libertà e diritti. Anche se l’intervento del Quirinale è riuscito a smussarne gli aspetti più clamorosamente anticostituzionali il testo lede comunque sia diritti fondamentali che elementari princìpi di civiltà e umanità”, afferma la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“Nel testo restano norme incivili e inaccettabili che mirano esclusivamente a impedire di salvare vite umane. Non ci sono però solo le restrizioni sui salvataggi in mare. Le norme sulle manifestazioni pubbliche costituiscono una vera e propria minaccia al diritto di manifestare e di esprimere il dissenso. Credo che sia dovere del Parlamento intervenire per modificare quanto meno i passaggi del dl che violano o limitano le libertà fondamentali sancite dalla Costituzione”.

Approfondisci

SCUOLA – DE PETRIS (LA SINISTRA): “PIENA SOLIDARIETA’ E PARTECIPAZIONE AL PRESIDIO PER LA LIBERTA’ D’INSEGNAMENTO”

 

 

Esprimo tutta la mia solidarietà e partecipazione al presidio indetto dalle sigle sindacali e dalle associazioni del mondo della scuola di fronte al Muir per ribadire la libertà d’insegnamento sancita dalla nostra Costituzione”. Lo afferma la senatrice de “la Sinistra” Loredana De Petris, presidente del Gruppo Misto, che ha presentato tempestivamente una interrogazione dopo i noti fatti che hanno visto la professoressa Rosa Maria Dell’Aria, docente in servizio presso l’ITI “Vittorio Emanuele III” di Palermo, sospesa dall’insegnamento per due settimane per aver consentito agli studenti di presentare in classe, in occasione del Giorno della Memoria, un lavoro che paragona le leggi razziali fasciste del 1938 al decreto sicurezza del ministro dell’Interno.
L’intera vicenda mortifica la dignità umana e professionale della docente e di tutta la comunità educante impegnata nella formazione di cittadini consapevolmente partecipi alla vita della società, in possesso degli strumenti culturali utili a comprendere e modificare la realtà. 
In questo clima, in cui soffia un vento di arretratezza e di limitazione di tutte le libertà, è utile mettere in campo azioni concrete per tutelare le libertà democratiche dei docenti e degli studenti in tutte le scuole del Paese”, conclude la senatrice di “la Sinistra”.

Approfondisci

TAP. – DE BONIS (GRUPPO MISTO): “CROMO ESAVALENTE NEL CANTIERE, MINISTRO COSTA PROCEDA A VERIFICHE E CONTROLLI”

 

“Nel cantiere Tap, in contrada San Basilio, a Malendugno (Lecce), da tempo è stata accertato la presenza di cromo esavalente, un cancerogeno certo, oltre la soglia limite consentita per le acque sotterranee. Visto il rischio concreto che la prosecuzione delle lavorazioni di scavo possano nuovamente compromettere suolo, sottosuolo e falda, pregiudicando la salute pubblica, chiedo al Ministro dell’ambiente di procedere a controlli e verifiche, anche promuovendo un intervento del Comando dei carabinieri per la tutela dell’ambiente”.

Lo chiede il senatore Saverio De Bonis del gruppo Misto, membro della Commissione Agricoltura, in un’interrogazione rivolta al Ministro Costa.

“Tra l’altro, non vi è alcuna certezza che attualmente non si superino le soglie di contaminazione in falda, in quanto le ultime analisi effettuate dall’Agenzia risalgono al 28 agosto 2018, a cantiere fermo, e  67 associazioni hanno formalmente diffidato Tap a sospendere i lavori di costruzione del microtunnel. Per questo sarebbe bene applicare i principi europei di precauzione al fine di garantire il diritto alla salute, sancito dalla nostra Costituzione”.

Approfondisci