All Posts Tagged: Paolo Cento

SINISTRA – DE PETRIS (LeU): “GUARDARE SUBITO AL DOPO 25 SETTEMBRE. DOMANI UN’INIZIATIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN POLO PROGRESSISTA ED ECOLOGISTA”

“Dobbiamo attrezzarci subito per mettere in campo, dopo il 25 settembre, un polo progressista con nella sua azione politica la riconversione ecologica e la lotta strenua contro le diseguaglianze. È un polo che va costruito trasversalmente con tutti quelli che, nei partiti nelle associazioni o nella società, vogliono impegnarsi in questa sfida. Per questo spero che domani gli ambientalisti ci siano tutti, senza guardare all’appartenenza politica”.
Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto e capogruppo di LeU al Senato, spiega così il senso dell’iniziativa promossa a Roma domani pomeriggio alle 18 presso il Circolo Thaon di Revel, in lungotevere Thaon di Revel 3, insieme alla rivista Nuova Verde Ambiente. Alla manifestazione, coordinata dal direttore della rivista Mattia Ciampicacigli, parteciperanno diversi esponenti del Pd, del M5S e di Up.
“La rottura dell’alleanza giallorossa – aggiunge l’ecologista Paolo Cento, tra i partecipanti all’iniziativa – è stata un grave errore che rischia di compromettere anche le elezioni regionali. Bisogna guardare subito al dopo 25 settembre per rilanciare un polo progressista ecosolidale capace di contendere alla destra i governi locali”.

Approfondisci

SINISTRA – ECOLOGISTI SI: “IL PERCORSO SI È ESAURITO. ORA SI DEVE INVESTIRE SUL CAMPO LARGO”

Con una lettera pubblicata oggi dal “manifesto”, Paolo Cento, dirigente di Sinistra italiana, dichiara “esaurito il percorso di Si, che appare inadeguato alla sfida di costruzione di un soggetto radicale unitario, ecologista e di sinistra”.

Nella lettera, che riflette le posizioni di altri dirigenti o ex dirigenti di Si come la presidente del gruppo Misto del Senato Loredana De Petris, che insieme al senatore Francesco Laforgia e al deputato Luca Pastorino ha dato vita alla piattaforma di discussione “Italia Verde e Giusta”, Cento indica invece la necessità di “investire su un campo largo, plurale, democratico e progressista” a partire dalle esperienze di una nuova generazione di ecologisti con ruoli di rilievo nelle amministrazioni locali come Elly Schlein e Amedeo Ciaccheri. Vengono poi salutate come positive e importanti sia l’adesione del sindaco di Milano Sala alla Carta dei valori dei Verdi europei sia la scelta di appartenenza al fronte progressista di Giuseppe Conte e del M5S. Per Cento: “È evidente che il Pd da solo non ce la fa e anche nella prospettiva di un accordo con il M5S rimane aperto un vasto spazio. Sono convinto che tornare in campo aperto, considerando esauriti i percorsi delle frammentate forze della sinistra e degli ecologisti, possa darci ancora una volta una possibilità”.

Approfondisci

“DA GLASGOW ALLE CITTA’ – UNA MISSIONE ZERO EMISSIONI”

giovedì 11 novembre,
dalle ore 17.30 alle ore 20.30
partecipa alla diretta sulla pagina di “Verde e Giusta”

“Da Glasgow alle città – Una missione Zero emissioni” è un panel di confronto tra cittadini ed esperti sulle emergenze ambientali e sulle possibili azioni da mettere in campo per una giustizia ambientale. Le resistenze che hanno impedito al G20 di assumere impegni vincolanti per contrastare i mutamenti climatici e che stanno ora frenando anche la Cop26 di Glascow confermano quanto sia indispensabile una spinta decisa e concreta a partire dal basso e dalle città. Cittadini esperti ed esponenti politici ne discuteranno giovedì 11 novembre, dalle 17.30 alle 20 sul sito web di Verde e Giusta.

In diretta da Glasgow Maria Grazia Midulla -WWF

Valerio Albertini Rossi
Gessica Allegni
Luca Pastorino
Alessandro Giannì
Sandro Lupparelli
Giuseppe Genna
Francesco Laforgia
Loredana De Petris

Modera
Paolo Cento

Approfondisci

AMBIENTE – DE PETRIS (LeU): “LA BOZZA DELL’ACCORDO DI GLASCOW È DELUDENTE E INSUFFICIENTE. BISOGNA PARTIRE SUBITO DALLE CITTA’, DOMANI INCONTRO IN RETE CON CITTADINI ED ESPERTI”

“La prima bozza dell’accordo raggiunto dalla Cop26 di Glascow oggi all’alba è deludente, insufficiente e assolutamente non all’altezza della gravità della situazione. Non solo l’impegno a ridurre le emissioni di CO2 del 45% rispetto ai livelli del 2010 entro il 2030 è troppo poco ma soprattutto, come al solito, manca qualsiasi impegno vincolante su tutti i fronti, dal taglio delle emissioni al sostegno finanziario ai Paesi più deboli allo stesso taglio delle emissioni. Siamo dunque ancora una volta alle promesse solenni ma vaghe, agli impegni presi solo a parole”, dichiara la capogruppo di LeU al Senato Loredana De Petris.

“È evidente che il combinato tra le lobbies dei fossili e alcuni governi, come Cina, India, Russia e Arabia Saudita, sta resistendo strenuamente e usa tutti i potenti mezzi a propria disposizione per frenare la riconversione ecologica, anteponendo i propri interessi alla salvezza del pianeta. Solo una mobilitazione diffusa e l’avvio di immediate iniziative concrete, a partire dalle città in linea con l’indicazione lanciata in Italia dal sindaco di Milano Sala, può battere queste resistenze. Per questo abbiamo organizzato per domani, dalle 17.30 alle 20 sulla pagina Facebook di “Verde e Giusta”, un confronto tra cittadini, esperti ed esponenti politici, presieduto da Paolo Cento e al quale parteciperemo io stessa, il senatore di LeU Francesco Laforgia e il deputato Luca Pastorino, sul tema “Cop26. Da Glascow alle città”. Non c’è più tempo ma senza una spinta drastica dal basso e dalle città non riusciremo a cogliere neppure questa ultima occasione”.

Approfondisci

AMBIENTE – CENTO (SINISTRA CIVICA ECOLOGISTA): “SALA HA RAGIONE: LA RIVOLUZIONE VERDE PUO’ PARTIRE DALLE CITTA’”

 

“Il sindaco Gualtieri ha un’occasione storica, con i fondi del PNRR, per fare di Roma una grande capitale green all’avanguardia nella transizione energetica e climatica, attraverso un patto con le altre città a partire dalla Milano del sindaco Sala. D’altra parte, da ecologista, condivido in pieno la convinzione che proprio dalle città possa arrivare un contributo importante per quella rivoluzione verde ancora oggi assente dal panorama politico italiano”, dichiara Paolo Cento, tra i promotori della lista Sinistra Civica Ecologista.

“C’è bisogno, come sostiene Sala, di una nuova aggregazione verde ed ecologista capace di far diventare questi temi centrali nel dibattito e nei programmi di governo, come già accade in gran parte dell’Europa”, conclude Cento.

Approfondisci

ELEZIONI A ROMA, TELEAMBIENTE PROMUOVE UN INCONTRO SU TRANSIZIONE ECOLOGICA E DIGITALE CON GUALTIERI AL BRANCACCIO

“Transizione Ecologica e Digitale: dialogo per una capitale smart” è il dibattito che TeleAmbiente promuove martedì 12 ottobre alle ore 19:30 al Palazzo Brancaccio, Viale del Monte Oppio 7, Roma, per costruire un dibattito tra ecologisti e il candidato sindaco Roberto Gualtieri.

“Abbiamo chiesto ad entrambi gli sfidanti un dialogo su temi concreti per il futuro Ecodigital della Capitale. Gualtieri ha già dato disponibilità. Anche il candidato di centrodestra ha assicurato disponibilità a rispondere alle nostre domande nei prossimi giorni”, afferma Stefano Zago, direttore responsabile TeleAmbiente e moderatore dell’incontro.

Parteciperanno al dibattito il prof. Alessandro Bianchi, la senatrice Loredana De Petris, Paolo Cento, Enrico Gasbarra, Alfonso Pecoraro Scanio.
Teleambiente crede nel progetto di transizione ecologica e digitale, sia a Roma che a livello nazionale. A questo obiettivo è finalizzato l’incontro del dibattito del 12 ottobre che coinvolgerà le diverse anime ecologiste che sono state presenti nel corso della campagna elettorale.

11/10/2021

Approfondisci

ROMA – PAOLO CENTO (SI): “DALLA LISTA SINISTRA CIVICA ECOLOGISTA UN CONTRIBUTO DECISIVO A SOSTEGNO DI GUALTIERI E PER UNA CAPITALE GREEN”

Paolo Cento, della Direzione nazionale di Sinistra italiana e tra i promotori della lista Sinistra Civica Ecologista, dichiara, a margine della conferenza stampa di presentazione della lista: “Finalmente torna protagonista nella città una sinistra innovativa, civica ed ecologista per dare un contributo decisivo alla coalizione a sostegno di Gualtieri. Conversione ecologica di Roma, trasporto pubblico elettrico, lotta ai cambiamenti climatici : Roma deve essere Capitale Green per usare al meglio la risorse europee e preparare al meglio il prossimo Giubileo e la candidatura a Expo 2030”, conclude Cento.

Approfondisci