All Posts Tagged: ministro interni

CRISI – DE PETRIS (LeU): “L’ARROGANZA DI SALVINI GIUSTIFICA IL MASSIMO ALLARME DEMOCRATICO”

“L’arroganza e la protervia di un ministro degli Interni che si arroga il diritto di convocare il Parlamento al posto dei presidenti delle Camere e si rivolge ai parlamentari come ha fatto Salvini nella notte giustificano la sensazione, estremamente allarmante, di trovarsi di fronte a un vero e proprio assalto alla democrazia parlamentare. Salvini farà bene a rendersi conto che in questa Repubblica parlamentare non spetta a lui ma ai presidenti delle Camere, sentite le conferenze dei capigruppo, convocare le aule. E dovrà imparare che non sta neppure a lui licenziare il capo del governo come fosse il suo maggiordomo: la crisi dovrà dipanarsi in Parlamento, con massima trasparenza e con una formale mozione di sfiducia”, dichiara la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

In ogni caso non è neppure immaginabile che un leader candidato alla presidenza del Consiglio gestisca la fase elettorale in veste di ministro degli Interni”.

Approfondisci

IMMIGRAZIONE – DE PETRIS (LA SINISTRA): “CONTE DEVE BLOCCARE DECRETO CHE VA CONTRO ONU E COSTITUZIONE”

 

“Il ministro Salvini continua a dimostrare il suo analfabetismo istituzionale e la sua oltraggiosità. La pretesa di dare ordini alla magistratura è l’ennesimo tentativo, goffo e scomposto, di violare la divisione dei poteri su cui si basa la democrazia. Cercando di usare la religione a fini elettorali offende i sentimenti di tutti i cattolici”, dichiara la senatrice di “La Sinistra” Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“La cosa più grave è che Salvini vuole farsi propaganda sulla pelle di donne, bambini e uomini con un decreto sicurezza bis che è una intollerabile multa sul senso di umanità e di civiltà e che mira a invadere il campo del ministero della Giustizia con l’abituale prepotenza. Quel decreto, che è già stato bollato dall’Onu e che va contro i diritti fondamentali sanciti dalla Costituzione, deve essere bloccato. Invece di risentirsi perché Giorgetti lo ha definito ‘non al di sopra delle parti’ Conte deve comportarsi come il presidente del consiglio e impedire che venga approvato un decreto che va contro l’Onu, contro la Costituzione e contro la civiltà degli italiani”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci

ROMA – DE PETRIS (LeU): “DA CARDINAL KRAJEWSKI GESTO ESEMPLARE DI GIUSTIZIA. ORA RISOLVERE SITUAZIONE METTENDO FAMIGLIE E MINORI AL PRIMO POSTO”

 

“Ieri il cardinale Krajewski ha fatto un gesto esemplare di vera giustizia, coraggioso e concreto, al quale il ministro degli Interni ha risposto con l’abituale meschinità. Dovrebbe essere evidente a tutti che non si possono lasciare 450 persone tra cui 93 minori senza luce né acqua calda e il cardinale ha dimostrato nei fatti che in questi casi la solidarietà e il senso d’umanità devono venire prima di ogni cosa”, afferma la senatrice di leu Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“Ora bisogna evitare a ogni costo un nuovo distacco della luce nello stabile di via Santa Croce in Gerusalemme. Bisogna trovare una soluzione ragionevole e praticabile, che metta al primo posto la difesa delle famiglie che lì vivono, dei minori e delle attività sociali e culturali, mai preziose come in questo momento, che Spin Time Labs organizza all’interno dello stabile”.

Approfondisci

IMMIGRAZIONE – DE PETRIS (LeU): “SEQUESTRO DELLA MAR JONIO E’ TRIONFO DELL’ARBITRIO E DELLA PREPOTENZA”

 

“Il sequestro della ‘Mar Jonio’, rea di salvare vite umane, è una squallida e meschina vendetta del ministro degli Interni contro chi insiste nel rispettare le leggi del mare e dell’umanità invece di obbedire ai suoi ordini”, dichiara la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“La Guardia di Finanza non ha riscontrato alcuna irregolarità sulla nave. Non esiste alcun decreto che ordini la chiusura dei porti. Il ministro degli Interni non ha facoltà di decidere in materia. Insomma siamo di fronte al trionfo dell’arbitrio e della prepotenza e mi chiedo fino a quando si permetterà a Salvini di spadroneggiare in questo modo senza averne alcun diritto”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci

MAFIA – DE PETRIS (LeU): “SALVINI RISPONDA IN AULA SUL CASO DELLA SCORTA PER RUOTOLO”.

 

Il ministro Salvini deve dire chiaramente se intende mantenere o revocare la scorta per il giornalista Sandro Ruotolo, minacciato dal clan dei Casalesi per le sue coraggiose inchieste sulla mafia. In ogni caso il ministro Salvini deve spiegare come sia stato possibile il crearsi di un caso simile, che verrà comunque interpretato dalle organizzazioni criminali come un segnale di debolezza da parte dello Stato. Per questo ho già presentato un’interrogazione rivolta al ministro”, afferma la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

Approfondisci