All Posts Tagged: DL scuola

DL SCUOLA – DE PETRIS (LeU): “STRUMENTO IMPORTANTE PER INIZIARE A RESTITUIRE CENTRALITA’ AL SISTEMA SCOLASTICO”

“In queste settimane ci siamo confrontati tutti apertamente e alla luce del sole, nella maggioranza ma anche con l’opposizione, per tenere in equilibrio due esigenze fondamentali: quella di riaprire le scuole dando certezze e sicurezza a studenti e famiglie e quella di garantire la qualità dell’insegnamento. Il risultato non è un accordicchio ma uno strumento utile e importante che aiuterà il sistema scolastico a ripartire nelle condizioni migliori. E’ grazie a questo dibattito che è stato inserito nel dl Rilancio l’emendamento che introduce 16mila posti in più nei concorsi e che abbiamo ottenuto la sostituzione della valutazione numerica con il giudizio nella scuola primaria: un cambiamento per me importantissimo”, afferma la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto, nel corso del dibattito sul dl Scuola.

“Si poteva fare anche di più, come sempre, e ci saremmo riusciti senza alcuni stralci, come quello della Carta del docente. Si tratta comunque di un passo avanti sostanziale per restituire alla Scuola quella funzione inestimabile che le assegna la Costituzione ma che è stata invece troppo spesso trascurata negli ultimi anni. La funzione della scuola è insostituibile anche per quanto riguarda la possibilità di fronteggiare le diseguaglianze sociali che sono oggi una delle maggiori piaghe del nostro Paese. Alla scuola abbiamo il dovere di restituire il ruolo e la centralità che le spettano e questo dl si muove realmente in questa direzione”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci

DL SCUOLA – DE PETRIS (LeU): “GRAZIE AI NOSTRI SFORZI IL DECRETO E’ STATO SENSIBILMENTE MIGLIORATO”

“In queste settimane, come LeU,  abbiamo lavorato strenuamente e migliorato il dl Scuola che sta per essere approvato dall’aula del Senato. La conquista più importante è l’incremento di 16mila posti in più per i concorsi straordinario e ordinario, già inserita nel Decreto Rilancio, frutto anche di una nostra proposta,  ma riteniamo altrettanto rilevanti l’accoglimento dell’emendamento che permette ai docenti che hanno lavorato sul sostegno di avere un percorso agevolato per accedere alla specializzazione, l’incremento delle risorse per il recupero degli apprendimenti, nonché la riapertura delle graduatorie d’istituto”, afferma la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.
“Abbiamo cercato di rispondere alle esigenze dei precari e a quelle dei neo-laureati con l’istituzione di un tavolo per avviare periodicamente i percorsi abilitanti. È stata concessa l’estensione ai precari della carta elettronica per l’aggiornamento e la formazione. La mediazione raggiunta nella maggioranza ha infine evitato un concorso straordinario nel prossimo agosto che avrebbe costituito una minaccia per la salute pubblica. Nonostante ci siano ancora nel dl alcuni limiti che avremmo preferito superare, siamo dunque convinti di aver reso il testo migliore e di aver reso un servizio concreto sia al mondo della scuola che agli studenti e alle famiglie”.

Approfondisci

DL SCUOLA – DE PETRIS (LeU): “CONTE NON DEVE MEDIARE TRA LE FORZE POLITICHE MA TROVARE UNA SOLUZIONE CHE GARANTISCA PRECARI E DIA CERTEZZE A STUDENTI E FAMIGLIE”

La mediazione sul dl Scuola che il premier Conte si è impegnato a presentare non può essere basata sull’equilibrismo tra forze politiche, dando qualcosa a uno e qualcosa all’altro. Non è di una mediazione politicista che la scuola ha oggi bisogno ma di soluzioni efficaci e giuste” dichiara la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.
Deve essere garantito il rispetto dei precari, che in questi anni hanno tenuto in piedi il sistema scolastico. Bisogna dare certezze agli studenti e alle famiglie. Deve essere certo che la scuola ripartirà il primo settembre con i docenti al loro posto. Il concorso, previsto nel dl di dicembre, senza contare i rischi che comporta sul piano della sanità, non garantisce affatto questa certezza. Casomai assicura che la situazione sarà opposta. Per questo e non per difendere bandierine politiche bisogna trovare soluzioni diverse e che rispondano davvero alle esigenze del mondo della scuola, degli studenti e delle famiglie”, conclude la presidente De Petris.
Approfondisci

SCUOLA – DE PETRIS (LEU): “DALLE AUDIZIONI SUL DECRETO SCUOLA, IL NOSTRO IMPEGNO SULLA CONNETTIVITA’, L’INCLUSIONE E L’ASSUNZIONE DEI PRECARI”

“Ho seguito con grande attenzione le audizioni, quasi concluse, in Settima Commissione al Senato sul Decreto Scuola di associazioni, studenti e organizzazioni sindacali e sono convinta che la scuola non debba essere lasciata sola. È il momento di dare senso all’espressione di “comunità educante”, perché il trauma che stiamo attraversando ha colpito tutti: bambini, adolescenti, adulti e famiglie, senza risparmiare il mondo del lavoro”.

Lo afferma la Senatrice Loredana De Petris (LeU), Presidente del Gruppo Misto, che si impegna a presentare alcuni importanti emendamenti per migliorare il provvedimento in esame, anche in virtù delle sollecitazioni unanimi che sono emerse nel corso delle audizioni in commissione 7a del Senato.

“Seppure la didattica a distanza non sia la soluzione a tutto, in questo momento è prioritario garantire la connessione e la strumentazione a tutti, altrimenti si rischia di favorire la dispersione scolastica, così come è necessario aggiornare le graduatorie di istituto di seconda e terza fascia. Proponiamo inoltre di avviare una procedura concorsuale straordinaria per soli titoli, a cui possano accedere i docenti con tre anni di servizio. L’accesso all’assunzione dovrebbe avvenire sempre in coda a GAE e graduatorie dei concorsi vigenti (2016 e 2018). Ma tutto in tempi brevi per garantire le assunzioni già dal 1° settembre. Alla luce del protrarsi dell’emergenza legata alla diffusione del virus Covid-19 è necessario prendere pienamente atto del rischio che in assenza di scelte tempestive possa inficiare l’avvio del nuovo anno scolastico. La scuola e coloro che ci lavorano, studiano e vi fanno affidamento devono avere la sicurezza che avranno tutto il tempo e l’aiuto necessari per diventare il primo strumento di rilancio del Paese”.

Approfondisci

DL SCUOLA – DE PETRIS (LEU): “NUMEROSI ASPETTI POSITIVI, FONDAMENTALI I DUE CONCORSI PER PRECARI E GIOVANI INSEGNANTI”

“Il decreto scuola presenta numerosi aspetti positivi ed è stato migliorato in alcuni aspetti importanti rispetto al primo testo in discussione. Nel complesso, costituisce un passaggio significativo nel restituire alla scuola la centralità che le spetta e senza la quale per il nostro Paese non ci potrà essere futuro”, afferma la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.
“In particolare sono fondamentali i due concorsi, uno ordinario e uno straordinario, per 48 mila posti, un numero assai significativo, che da un lato interviene su una delle piaghe che affliggono il sistema scolastico nazionale, quella del cosiddetto precariato storico, e dall’altro offre nuove opportunità di selezione e di lavoro per giovani futuri insegnanti. Bisogna però aggiungere che questo non è sufficiente certamente. Dobbiamo ora impegnarci perché vi sia certezza rispetto alla frequenza dei meccanismi di accesso alla professione dell’insegnamento, istituendo con regolarità canali di accesso trasparenti e introducendo strumenti di riforma atti a superare la dicotomia tra assunzione e abilitazione. Sull’abilitazione bisogna aprire questa strada a chi faticosamente ha conseguito un dottorato di ricerca. E’ infine urgente riprendere il confronto sul sistema di abilitazione a regime, leva strategica per la stabilità del sistema scolastico e per dare una giusta risposta alle esigenze di decine di migliaia di lavoratori”, conclude la senatrice di LeU.
Approfondisci