All Posts Tagged: Salvini

GOVERNO – DE PETRIS (LEU): “CONTE NEGA LA REALTÀ, TRA M5S E LEGA DIFFERENZE PROFONDE”

 

“Il presidente Conte vuole mettere Di Maio e Salvini di fronte alle loro responsabilità, ma non lo si può fare negando la realtà. Non si possono ridurre le differenze profonde e le prospettive che dividono Lega e M5S alle troppe campagne elettorali ravvicinate. Così Conte prende in giro il Paese e forse anche se stesso. Il peggio è che così facendo Conte rischia di condannare l’Italia alla paralisi nella quale sta affondando ormai da mesi”, dichiara la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

Approfondisci

SBLOCCA CANTIERI. DE PETRIS (LEU): “IL NUOVO TESTO DELLA LEGA E’ UN BRUTALE DIKTAT, RISCRIVE L’INTERO DECRETO, VA RESPINTO”

 

“Il nuovo emendamento che la Lega ha proposto con un sotterfugio, cioè come testo 2 di un precedente emendamento ben diverso, riscrive di fatto l’intero dl Sblocca Cantieri. Annulla tutte le mediazioni che erano state trovate in commissione sugli appalti e introduce argomenti completamente nuovi, in particolare sblocca i termovalorizzatori. 

Siamo molto oltre il semplice peggioramento di in decreto già grave”, afferma la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“L’intento della Lega è chiaramente politico: imporre a tutti, soprattutto ai soci dell’M5S, il suo brutale diktat. Mi auguro che la prepotenza del leader leghista incontri in Aula la resistenza di tutti coloro che hanno davvero a cuore la difesa dell’ambiente e la lotta contro la corruzione, alla quale questa deregulation selvaggia spalanca le porte”. 

Approfondisci

IMMIGRAZIONE – DE PETRIS (LA SINISTRA): “CONTE DEVE BLOCCARE DECRETO CHE VA CONTRO ONU E COSTITUZIONE”

 

“Il ministro Salvini continua a dimostrare il suo analfabetismo istituzionale e la sua oltraggiosità. La pretesa di dare ordini alla magistratura è l’ennesimo tentativo, goffo e scomposto, di violare la divisione dei poteri su cui si basa la democrazia. Cercando di usare la religione a fini elettorali offende i sentimenti di tutti i cattolici”, dichiara la senatrice di “La Sinistra” Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“La cosa più grave è che Salvini vuole farsi propaganda sulla pelle di donne, bambini e uomini con un decreto sicurezza bis che è una intollerabile multa sul senso di umanità e di civiltà e che mira a invadere il campo del ministero della Giustizia con l’abituale prepotenza. Quel decreto, che è già stato bollato dall’Onu e che va contro i diritti fondamentali sanciti dalla Costituzione, deve essere bloccato. Invece di risentirsi perché Giorgetti lo ha definito ‘non al di sopra delle parti’ Conte deve comportarsi come il presidente del consiglio e impedire che venga approvato un decreto che va contro l’Onu, contro la Costituzione e contro la civiltà degli italiani”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci

SCUOLA- DE PETRIS (LA SINISTRA): “SUL GRAVISSIMO EPISODIO DI CENSURA A PALERMO IL GOVERNO HA L’OBBLIGO DI PRENDERE POSIZIONE”

“E’ inconcepibile che il governo si trinceri dietro alibi ridicoli di fronte a una violazione dei diritti sancìti dalla Costituzione degna di uno Stato di polizia, come quella che si è verificata a Palermo con la assurda sanzione comminata a una professoressa colpevole di aver fatto il proprio lavoro. Il ministro Bussetti, invece, ricorre al più classico esercizio di scarica barile come se fosse solo un piccolo e pavido burocrate, parlando di ‘scelta dell’Ufficio scolastico’.  Ricordo al ministro che quanto i diritti e le libertà vengono concretamente minacciate il governo non si può nascondere in questo modo”, afferma la senatrice di La Sinistra Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“Con la senatrice del M5S Paola Nugnes abbiamo presentato un’interrogazione urgente in merito, rivolta ai ministri dell’Istruzione e degli Interni. In un caso che chiama in causa i diritti democratici essenziali il governo ha il dovere di prendere una posizione chiara”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci

SPREAD – DE PETRIS (LEU): “IL SUPERAMENTO DEI PARAMETRI EUROPEI E’ UNA COSA TROPPO SERIA PER LASCIARLA NELLE MANI DI UN IRRESPONSABILE COME SALVINI”

 

“Con le sue provocazioni sullo sfondamento dei parametri, che mirano solo a recuperare consensi, Salvini dimostra ancora una volta la propria irresponsabilità e il proprio cinismo. Nessuno più di noi è convinto della necessità di superare i parametri di Maastricht e di sfondare il tetto del deficit. Ma è una battaglia che va ingaggiata seriamente, non ridotta a paccottiglia propagandistica come fa il leader della Lega”, dichiara la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“E’ necessario mettere in campo un piano di investimenti pubblici massiccio e credibile, e su quella base affrontare la commissione europea. Salvini invece fa l’opposto esatto: sfida a parole le regole europee, provocando danni cospicui come l’impennata dello spread, salvo poi accettare clausole di garanzia capestro come ha fatto con la legge di bilancio dell’anno scorso. Così facendo massimizza il danno senza neppure incrinare il rigorismo della Ue. Verrebbe da dire che il superamento dei parametri europei è faccenda troppo seria e fondamentale per lasciarla nelle mani di un leader che conosce solo la più rozza propaganda”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci

ROMA – DE PETRIS (LeU): “DA CARDINAL KRAJEWSKI GESTO ESEMPLARE DI GIUSTIZIA. ORA RISOLVERE SITUAZIONE METTENDO FAMIGLIE E MINORI AL PRIMO POSTO”

 

“Ieri il cardinale Krajewski ha fatto un gesto esemplare di vera giustizia, coraggioso e concreto, al quale il ministro degli Interni ha risposto con l’abituale meschinità. Dovrebbe essere evidente a tutti che non si possono lasciare 450 persone tra cui 93 minori senza luce né acqua calda e il cardinale ha dimostrato nei fatti che in questi casi la solidarietà e il senso d’umanità devono venire prima di ogni cosa”, afferma la senatrice di leu Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“Ora bisogna evitare a ogni costo un nuovo distacco della luce nello stabile di via Santa Croce in Gerusalemme. Bisogna trovare una soluzione ragionevole e praticabile, che metta al primo posto la difesa delle famiglie che lì vivono, dei minori e delle attività sociali e culturali, mai preziose come in questo momento, che Spin Time Labs organizza all’interno dello stabile”.

Approfondisci

IMMIGRAZIONE – DE PETRIS (LeU): “SEQUESTRO DELLA MAR JONIO E’ TRIONFO DELL’ARBITRIO E DELLA PREPOTENZA”

 

“Il sequestro della ‘Mar Jonio’, rea di salvare vite umane, è una squallida e meschina vendetta del ministro degli Interni contro chi insiste nel rispettare le leggi del mare e dell’umanità invece di obbedire ai suoi ordini”, dichiara la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“La Guardia di Finanza non ha riscontrato alcuna irregolarità sulla nave. Non esiste alcun decreto che ordini la chiusura dei porti. Il ministro degli Interni non ha facoltà di decidere in materia. Insomma siamo di fronte al trionfo dell’arbitrio e della prepotenza e mi chiedo fino a quando si permetterà a Salvini di spadroneggiare in questo modo senza averne alcun diritto”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci

SALVA ROMA – DE PETRIS (LeU): “RAPPRESAGLIA DELLA LEGA BLOCCA OPERAZIONE GIUSTA E COLPISCE SOLO I CITTADINI DI ROMA”

“La guerra continua tra i soci della maggioranza miete vittime soprattutto tra i cittadini che con la loro faida non c’entrano niente. La rappresaglia della Lega, che vuole bloccare la norma Salva Roma per colpire i suoi alleati di governo e far cadere la giunta Raggi, minaccia di essere pagata solo dai cittadini della Capitale. E’ bene ricordare che il Salva Roma è semplicemente una giusta e necessaria operazione di ristrutturazione del debito pregresso e non comporta lo stanziamento di nuove risorse”, afferma la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“Al di là delle polemiche con la giunta Raggi, la decisione della Lega di mettere Roma in una situazione insostenibile, bloccando un’operazione utile per tutti, appare inspiegabile. Nell’astio di Salvini contro la Capitale s’intravede l’eredità della vecchia Lega: un ‘amarcord’ di quel ‘Roma ladrona’ che la Lega, al di là della retorica patriottica, non ha evidentemente mai superato davvero”, conclude la presidente De Petris

Approfondisci

IMMIGRAZIONE – DE PETRIS (LeU): “INCONCEPIBILE DIRETTIVA SALVINI CONTRO LA MAR JONIO”

“E’ inconcepibile che un ministro degli Interni possa emanare una direttiva che ha per obiettivo una nave sola, la ‘Mar Jonio’.  Salvini non è riuscito a far sequestrare la nave della Ong ‘Mediterranea’ perché in tutta evidenza non c’erano gli estremi per un sequestro. Ora cerca di vendicarsi con una direttiva che vuole impedire proprio a quella nave italiana di entrare in acque italiane se dovesse salvare altre vite e raccogliere altri naufraghi prima che affoghino. E’ un’ignominia davvero senza limite”, afferma la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“Inutille aggiunge che tanto Salvini si preoccupa della sua miserabile vendetta contro la ‘Mar Jonio’, altrettanto si disinteressa della sorte dei rifugiati che dovessero lasciare la Libia. Non in cerca di ‘pacchia’, come dice il ministro insultando la miseria e la disperazione di centinaia di migliaia di esseri umani, ma per fuggire la guerra civile. Ma si sa, questi per il ministro Salvini sono particolari insignificanti”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci

LUPI-DE PETRIS (LeU): “SALVINI OFFRE LICENZA DI UCCIDERE I LUPI IN CAMBIO DI VOTI. COSTA BLOCCHI SUBITO LA SUA CIRCOLARE”

“L’invadenza del ministro Salvini non conosce limiti. Ora ha deciso che deve essere lui a decidere anche sull’abbattimento dei lupi, ignorando il Piano di conservazione e gestione del lupo messo a punto dal ministero dell’Ambiente dopo mesi di confronti e approfondimenti scientifici. Salvini invece dirama la sua circolare per consentire l’abbattimento dei lupi senza alcun criterio scientifico, seguendo solo la sua eterna stella polare: propaganda e ricerca del consenso a ogni costo”, afferma la senatrice Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“Presenteremo immediatamente un’interrogazione su questa gravissima ingerenza del ministro degli Interni che rischia di mettere a rischio una specie fondamentale per l’equilibrio ecologico in assenza di qualsiasi reale situazione d’allarme. Chiediamo però al ministro Costa di bloccare subito la circolare che offre la licenza di uccidere i lupi in cambio di qualche voto”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci