All Posts Tagged: Loredana De Petris

IMMIGRAZIONE – DE PETRIS (LA SINISTRA): “CONTE DEVE BLOCCARE DECRETO CHE VA CONTRO ONU E COSTITUZIONE”

 

“Il ministro Salvini continua a dimostrare il suo analfabetismo istituzionale e la sua oltraggiosità. La pretesa di dare ordini alla magistratura è l’ennesimo tentativo, goffo e scomposto, di violare la divisione dei poteri su cui si basa la democrazia. Cercando di usare la religione a fini elettorali offende i sentimenti di tutti i cattolici”, dichiara la senatrice di “La Sinistra” Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“La cosa più grave è che Salvini vuole farsi propaganda sulla pelle di donne, bambini e uomini con un decreto sicurezza bis che è una intollerabile multa sul senso di umanità e di civiltà e che mira a invadere il campo del ministero della Giustizia con l’abituale prepotenza. Quel decreto, che è già stato bollato dall’Onu e che va contro i diritti fondamentali sanciti dalla Costituzione, deve essere bloccato. Invece di risentirsi perché Giorgetti lo ha definito ‘non al di sopra delle parti’ Conte deve comportarsi come il presidente del consiglio e impedire che venga approvato un decreto che va contro l’Onu, contro la Costituzione e contro la civiltà degli italiani”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci

SCUOLA- DE PETRIS (LA SINISTRA): “SUL GRAVISSIMO EPISODIO DI CENSURA A PALERMO IL GOVERNO HA L’OBBLIGO DI PRENDERE POSIZIONE”

“E’ inconcepibile che il governo si trinceri dietro alibi ridicoli di fronte a una violazione dei diritti sancìti dalla Costituzione degna di uno Stato di polizia, come quella che si è verificata a Palermo con la assurda sanzione comminata a una professoressa colpevole di aver fatto il proprio lavoro. Il ministro Bussetti, invece, ricorre al più classico esercizio di scarica barile come se fosse solo un piccolo e pavido burocrate, parlando di ‘scelta dell’Ufficio scolastico’.  Ricordo al ministro che quanto i diritti e le libertà vengono concretamente minacciate il governo non si può nascondere in questo modo”, afferma la senatrice di La Sinistra Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“Con la senatrice del M5S Paola Nugnes abbiamo presentato un’interrogazione urgente in merito, rivolta ai ministri dell’Istruzione e degli Interni. In un caso che chiama in causa i diritti democratici essenziali il governo ha il dovere di prendere una posizione chiara”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci

SCUOLA- DE PETRIS (LA SINISTRA) E NUGNES (M5S): “SANZIONI CONTRO DOCENTE DI PALERMO GRAVE VIOLAZIONE DIRITTI COSTITUZIONALI. VANNO SOSPESE SUBITO”

 

“Le sanzioni disciplinari comminate a una docente di Palermo, rea di non aver controllato un video prodotto dagli allievi  nel quale, in occasione della Giornata della memoria, ‘si accostava’ il decreto sicurezza varato dal governo alle leggi razziali del 1938 è del tutto ingiustificata. Si tratta di un episodio molto grave e inaccettabile. La sanzione comminata viola infatti apertamente i prìncipi della libertà d’insegnamento e del diritto all’apprendimento previsti dall’ordinamento scolastico e sanciti dalla Costituzione”, dichiarano le senatrici Loredana De Petris, di La Sinistra, presidente del gruppo Misto, e Paola Nugnes, del M5S.

“Abbiamo già presentato un’interrogazione rivolta ai ministri dell’Istruzione e degli Interni per sapere se intendano adoperarsi, come sarebbe doveroso, per sospendere una sanzione ingiusta, irragionevole e che lede gravemente i princìpi della nostra Costituzione”, concludono le senatrici De Petris e Nugnes.

Approfondisci

AMBIENTE – DE PETRIS (LA SINISTRA): “A STRASBURGO SIAMO STATI I PIU’ COERENTI NELLA DIFESA DELL’AMBIENTE. SOTTOSCRIVIAMO TUTTI I PUNTI DEL PATTO EUROPEO DEL WWF”

 

“Abbiamo già sottoscritto tutti i punti del ‘Patto europeo per la sostenibilità’  che il WWF ha proposto alle forze politiche. Nel Parlamento europeo ci impegneremo al massimo perché quei punti in difesa dell’ambiente si affermino”, dichiara la presidente del gruppo Misto Loredana De Petris, esponente di “La Sinistra”.

“Per noi la difesa dell’ambiente non è mai stata, come per troppi altri, una medaglietta da tirare fuori dal cassetto solo in campagna elettorale, per fregiarsene nella caccia ai consensi. Lo dimostrano proprio i dati dell’Ecoscreening dello stesso WWF. Indicano infatti che, come ‘Sinistra italiana’, siamo stati a Strasburgo i più coerenti nella difesa dei temi ambientali, votando a sostegno delle proposte che andavano in questa direzione nel 94% dei casi. Proseguiremo con determinazione anche maggiore su questa strada”.

Approfondisci

AMBIENTE – DE PETRIS (LeU): “CAMPAGNE COME QUELLE DI ‘MEDITERRANEO DA REMARE’ CONTRO LA PLASTICA, SONO FONDAMENTALI PER CAMBIARE LE ABITUDINI COMUNI”

 

“Negli ultimi decenni molte cose sono cambiate anche grazie alle campagne di ‘Mediterraneo da remare’. Ma moltissimo c’è ancora da fare sia sul piano della normativa che dei comportamenti di massa. Per evitare che la plastica soffochi il mare è necessario produrre una modifica radicale nelle abitudini comuni e a questo fine campagne come questa sono fondamentali”, afferma la senatrice di LeU e presidente del gruppo Misto Loredana De Petris in margine alla presentazione al Senato della nona edizione di “Mediterraneo da remare”, campagna itinerante promossa dalla Fondazione Univerde in collaborazione con Marevivo e con il Corpo delle Capitanerie di Porto.

Approfondisci

SPREAD – DE PETRIS (LEU): “IL SUPERAMENTO DEI PARAMETRI EUROPEI E’ UNA COSA TROPPO SERIA PER LASCIARLA NELLE MANI DI UN IRRESPONSABILE COME SALVINI”

 

“Con le sue provocazioni sullo sfondamento dei parametri, che mirano solo a recuperare consensi, Salvini dimostra ancora una volta la propria irresponsabilità e il proprio cinismo. Nessuno più di noi è convinto della necessità di superare i parametri di Maastricht e di sfondare il tetto del deficit. Ma è una battaglia che va ingaggiata seriamente, non ridotta a paccottiglia propagandistica come fa il leader della Lega”, dichiara la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“E’ necessario mettere in campo un piano di investimenti pubblici massiccio e credibile, e su quella base affrontare la commissione europea. Salvini invece fa l’opposto esatto: sfida a parole le regole europee, provocando danni cospicui come l’impennata dello spread, salvo poi accettare clausole di garanzia capestro come ha fatto con la legge di bilancio dell’anno scorso. Così facendo massimizza il danno senza neppure incrinare il rigorismo della Ue. Verrebbe da dire che il superamento dei parametri europei è faccenda troppo seria e fondamentale per lasciarla nelle mani di un leader che conosce solo la più rozza propaganda”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci

DECRETO AGRICOLTURA – DE PETRIS (LeU): “SOPPRIMERE LE NORME SU ALLEVAMENTI SUINI E PESCA DI FRODO CHE PREMIANO L’ILLEGALITA'”

 

 

“Con un classico colpo di mano, come denunciano le associazioni animaliste Lav, Ciwf ed Enpa, sono state aggiunte al decreto Agricoltura due norme inaccettabili: la prima mira a finanziare il settore suinicolo italiano senza sancire l’obbligo, per accedere ai finanziamenti, di rispettare le regole fissate dalla Ue e recepite dall’Italia. La normativa europea e quella italiana vietano il taglio della coda, praticato invece nel 98% degli allevamenti italiani, impongono un uso appropriato degli arricchimenti ambientali e chiedono di garantire condizioni di benessere. Erogare finanziamenti senza pretendere il rispetto di queste norme significa invitare a violare la legge”, afferma la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

” La seconda norma diminuisce le sanzioni per la pesca di frodo: si tratta anche in questo caso di un incentivo all’illegalità oltre che di un sostegno a una grave minaccia per l’equilibrio ecologico nelle nostre acque. Ho già presentato due emendamenti per subordinare i finanziamenti per gli allevamenti al rispetto delle norme e per evitare la riduzione delle sanzioni per la pesca di frodo. Mi auguro che anche nella maggioranza ci sia chi, in nome tanto dell’ambiente quanto del rispetto delle leggi, concordi sulla necessità di sopprimere queste norme che premiano l’illegalità”.

Approfondisci

GRAN SASSO – DE PETRIS (LeU): “LA CHIUSURA DEL TUNNEL VA EVITATA ASSOLUTAMENTE. RISANARE IL BACINO IDRICO E’ COMPETENZA DELLO STATO. NO A COMMISSARIO CON POTERI DI DEROGA”

 

“La chiusura del traforo del Gran Sasso creerebbe problemi enormi ai cittadini e deve essere assolutamente evitata. Non bisogna permettere alla concessionaria di fare i propri giochi sulla pelle dei cittadini. L’emergenza del bacino idrico del Gran Sasso è competenza assoluta dello Stato, che deve reperire immediatamente i  172 mln di euro necessari per mettere le acque del bacino idrico in sicurezza e  individuare un commissario che dovrà lavorare in stretto e continuo contatto con l’Osservatorio Indipendente dell’Acqua del Gran Sasso”, afferma la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto, nel corso della conferenza stampa convocata al Senato dell’Osservatorio, al quale aderiscono tutte le principali organizzazioni e associazioni ambientaliste.

“La nomina del commissari  è stata annunciata dal governo. Nel decreto Sblocca Cantieri però l’emendamento annunciato non c’è, come non c’è nulla in merito all’emergenza Gran Sasso. In compenso l’art. 4 del decreto prevede commissari con facoltà di derogare da tutte le leggi. Sarebbe un drammatico paradosso se un commissario potesse affrontare la situazione del bacino del Gran Sasso in deroga alle leggi che tutelano l’ambiente e la salute dei cittadini. Sarebbe l’opposto esatto di quel che è necessario fare. E’ bene ricordare  che un commissario c’è già stato,  senza che si ottenesse alcun risultato. E’ infatti necessario che il commissario non solo sia una figura di altissima competenza e privo di poteri di deroga ma anche che si muova sulla base di un rapporto stretto con l’Osservatorio, che da anni si occupa dell’emergenza del bacino del Gran Sasso”.

Approfondisci

ROMA – DE PETRIS (LeU): “DA CARDINAL KRAJEWSKI GESTO ESEMPLARE DI GIUSTIZIA. ORA RISOLVERE SITUAZIONE METTENDO FAMIGLIE E MINORI AL PRIMO POSTO”

 

“Ieri il cardinale Krajewski ha fatto un gesto esemplare di vera giustizia, coraggioso e concreto, al quale il ministro degli Interni ha risposto con l’abituale meschinità. Dovrebbe essere evidente a tutti che non si possono lasciare 450 persone tra cui 93 minori senza luce né acqua calda e il cardinale ha dimostrato nei fatti che in questi casi la solidarietà e il senso d’umanità devono venire prima di ogni cosa”, afferma la senatrice di leu Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“Ora bisogna evitare a ogni costo un nuovo distacco della luce nello stabile di via Santa Croce in Gerusalemme. Bisogna trovare una soluzione ragionevole e praticabile, che metta al primo posto la difesa delle famiglie che lì vivono, dei minori e delle attività sociali e culturali, mai preziose come in questo momento, che Spin Time Labs organizza all’interno dello stabile”.

Approfondisci

IMMIGRAZIONE – DE PETRIS (LeU): “IL SEQUESTRO DELLA MAR JONIO È IL TRIONFO DELL’ARBITRIO E DELLA PREPOTENZA”

 

“Il sequestro della ‘Mar Jonio’, rea di salvare vite umane, è una squallida e meschina vendetta del ministro degli Interni contro chi insiste nel rispettare le leggi del mare e dell’umanità invece di obbedire ai suoi ordini”, dichiara la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“La Guardia di Finanza non ha riscontrato alcuna irregolarità sulla nave. Non esiste alcun decreto che ordini la chiusura dei porti. Il ministro degli Interni non ha facoltà di decidere in materia. Insomma siamo di fronte al trionfo dell’arbitrio e della prepotenza e mi chiedo fino a quando si permetterà a Salvini di spadroneggiare in questo modo senza averne alcun diritto”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci