All Posts Tagged: Loredana De Petris

PIL – DE PETRIS (LEU): “INUTILE BALLETTO SULLE RESPONSABILITA’, LA VERITA’ E’ CHE LA MANOVRA DEL GOVERNO E’ RECESSIVA”


“Il rimpallo di responsabilità tra questo governo e quello precedente è un inutile balletto e non serve a niente neppure mettersi a disquisire su quanto la recessione sia dovuta alle politiche economiche sbagliate dell’Italia e quanto alla congiuntura internazionale. Il vero problema è che il governo non ha alcuna strategia credibile per fronteggiare questa situazione. Al contrario, ha varato una manovra che è espansiva a parole ma recessiva nei fatti e che ci espone a una inevitabile manovra correttiva e poi a clausole di salvaguardie proibitive. Un governo responsabile, invece di attribuire colpe al passato, cambierebbe indirizzo immediatamente, perché tra poco sarà troppo tardi.”, afferma la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del Gruppo Misto.

Approfondisci

SEA WATCH – DE PETRIS (LEU): “SI FACCIA CHIAREZZA SUI PORTI CHIUSI, DAL GOVERNO NESSUN RISPETTO PER LA LEGALITA’ INTERNAZIONALE”

 

«In pochi a nuoto arrivammo qui sulle vostre spiagge. Ma che razza di uomini è questa? Quale patria permette un costume così barbaro, che ci nega perfino l’ospitalità della sabbia; che ci dichiara guerra e ci vieta di posarci sulla vicina terra. Se non nel genere umano e nella fraternità tra le braccia mortali, credete almeno negli Dei, memori del giusto e dell’ingiusto».

Così la senatrice di Leu Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto, cita in Aula le parole di Virgilio, tratte dal Libro I dell’Eneide, per dire che “Non possiamo continuare ad assistere a queste vicende, come questa della Sea Wacth, dimenticando non solo lo spirito di solidarietà, ma anche le norme del diritto internazionale. È ora che finalmente si faccia chiarezza sulla vicenda dei porti chiusi, perché, a quanto ci risulta, non esistono disposizioni scritte in questo senso. Non si comprende quale sia l’autorità del Ministro dell’interno nel decidere la chiusura dei porti e cosa abbia mai deciso e scritto il ministro Toninelli al riguardo. Non basta una solidarietà generica, ma è necessario ricordarci che il nostro primo dovere è quello di soccorrere le persone che sono in uno stato di difficoltà. E questo noi continueremo a fare, con atti come quello che ha compiuto il segretario del mio partito, l’On.le Fratoianni, insieme ad altri parlamentari, non per fare testimonianza, ma per denunciare e per svolgere fino in fondo le nostre prerogative di parlamentari, perché noi innanzitutto non dimentichiamo di essere umani”.

Approfondisci

DL SEMPLIFICAZIONI – DE PETRIS (LeU): “PROLIFERAZIONE ABNORME DEGLI EMENDAMENTI PER COLPA DELLA CONTRATTAZIONE TRA SOCI-CONTENDENTI DELLA MAGGIORANZA”

 

“La situazione che si è creata con il decreto semplificazione è a dir poco incresciosa: le commissioni hanno lavorato per settimane, discusso e votato decine di emendamenti, le categorie di cittadini interessate dai diversi provvedimenti sono state illuse. Tutto questo lavoro si rivela ora largamente inutile dal momento che il dl semplificazione è oberato da troppi e troppo eterogenei emendamenti. Diventa così inevitabile sfoltirlo, pena il probabilissimo rinvio alle Camere da parte del capo dello Stato”, dichiara la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“E’ evidente che bisogna rivedere il regolamento del Senato, in particolare per quanto riguarda le norme che regolano l’ammissibilità degli emendamenti. Ma non ci si può nascondere che il problema è soprattutto politico. Questa abnorme proliferazione degli emendamenti, che trasforma tutti i decreti in omnibus, è conseguenza del rapporto tra i soci contraenti e più spesso contendenti della maggioranza. A ogni emendamento degli uni deve corrispondere un emendamento degli altri. Tutto viene pesato col bilancino e raddoppiato, tanto più che la maggioranza non è neppure capace di mettersi d’accordo prima ma moltiplica le diverse esigenze e i relativi emendamenti all’ultimo momento. Per questa strada la maggioranza non solo rende un pessimo servizio ai cittadini ma lede anche profondamente la credibilità del Parlamento”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci

GIORNATA DELLA MEMORIA – DE PETRIS (LeU): “TRISTE AVER DOVUTO CELEBRARLA CON PORTI CHIUSI PER I PROFUGHI”

 

 

   

“Oggi si è celebrata la giornata della Memoria, 74 anni dopo quel 27 gennaio 1945 in cui l’Armata rossa sovietica entrò ad Auschwitz, il principale tra i campi di sterminio nazisti in quei erano stati gasati milioni di ebrei. Le celebrazioni sono state commosse, sincere e non retoriche . Tuttavia è molto triste e desolante che questa giornata, così importante per confermare e rinsaldare i valori della convivenza, della tolleranza e del rifiuto di ogni forma di razzismo, si sia dovuta celebrare con l’animo angosciato per la sorte di 47 esseri umani, tra cui molti minori, che aspettano nel gelo riparo e salvezza. Abbiamo aspettato tutto il giorno, nella speranza che arrivasse la notizia del loro sbarco. Così non è stato. Questa oscenità deve finire. Ci auguriamo che già nelle prossime ore i profughi della Sea Watch, per cui tutti i porti e tutti i confini d’Italia e d’Europa sono ancora chiusi, possano finalmente vedere la fine della loro tremenda odissea”, afferma la Senatrice di LeU Loredana De Petris, Presidente del Gruppo Misto.

Approfondisci

SEA WATCH – DE PETRIS (LeU): “I TRE PARLAMENTARI HANNO FATTO IL LORO DOVERE. SALVINI SI RICORDI CHE L’INDAGATO E’ LUI”

“Ci vuole la faccia tosta del ministro Salvini per sostenere che andrebbero denunciati tre parlamentari che hanno fatto il loro dovere verificando le condizioni disperate in cui si trovano i profughi della Sea Watch”, afferma la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“Salvini farebbe bene a ricordare che l’indagato per reati gravi è proprio lui e che, in coerenza con quanto più volte dichiarato, è lui che dovrebbe rinunciare all’immunità parlamentare permettendo alla giustizia di fare il suo corso. Ma soprattutto è lui che dovrebbe decidersi a permettere a quelle 47 persone che si trovano in una situazione tremenda di sbarcare. Invece è proprio lui a impedire persino ai bambini di trovare finalmente un riparo”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci

SEA WATCH – DE PETRIS (LeU): “STILLICIDIO A SCOPO DI PROPAGANDA. ITALIA ED EUROPA DEVONO TROVARE LA SOLUZIONE UNA VOLTA PER TUTTE”

“Come in un sinistro stillicidio le sceneggiate a scopo di bassa propaganda del ministro Salvini sulla pelle di esseri umani appena sfuggiti a una morte atroce si ripetono. C’è il rischio che finiscano per non fare più nemmeno notizia. Invece è davvero incredibile che dopo una strage come quella della settimana scorsa il governo italiano continui a preoccuparsi solo di impedire a 47 naufraghi raccolti dalla Sea Watch di trovare riparo sulla terraferma”, dichiara la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“Questa situazione va risolta una volta per tutte con coraggio, ragionevolezza, umanità e rispetto per la vita. L’Italia e l’Europa, invece di usare i migranti come armi in una sfida a colpi di propaganda, devono mettere a punto subito una strategia comune ed efficace per far sì che il Mediterraneo smetta di essere il mare della morte e per garantire assistenza e riparo ai profughi”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci

TRIVELLE – DE PETRIS (LeU): “COMPROMESSO AL RIBASSO. NESSUNA MORATORIA SU PREOCEDIMENTI DI CONCESSIONI GIA’ IN ATTO”

“L’accordo sulle trivelle raggiunto dalla maggioranza è un classico compromesso al ribasso che lascia irrisolti i problemi principali”, dichiara la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“Non si tratta di una vera moratoria, dal momento che non vengono sospesi i procedimenti per la concessione delle autorizzazioni alla coltivazione, cioè all’estrazione, già in corso. La sospensiva per il conferimento di nuovi permessi di prospezione e ricerca durerà per solo 18 mesi. Non viene inoltre proibita, come era auspicabile, l’uso della tecnica a ultrasuoni Airgun, le cui conseguenze sulla fauna marina sono devastanti. Gli stessi aumenti dei canoni annui per le concessioni sono stati portati da 35 a 25 volte quelli attuali, risibili e inconsistenti. Ancora una volta il M5S ha rinunciato a difendere le proprie posizioni e ha sacrificato le proprie battaglie agli imperativi della Lega, limitandosi a cercare di calmierarli”, conclude la senatrice di LeU.

Approfondisci

CARA CASTELNUOVO – DE PETRIS (LeU): “UN DISASTRO DA TUTTI I PUNTI DI VISTA IN CAMBIO DI UN PO’ DI PROPAGANDA SPICCIA”

“Quello che sta succedendo in queste ore al CARA di Castelnuovo di Porto, il secondo per dimensioni in tutta Italia, è una diretta conseguenza del decreto Salvini e un esempio eloquente dei guasti immensi che quel decreto provoca e provocherà”, dichiara la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“Un centro che era un modello di integrazione viene smantellato senza ragione. Centocinquanta richiedenti asilo che lavoravano ed erano integrati nel territorio verranno sbattuti in giro per l’Italia. Altri centocinquanta, grazie all’ignobile sospensione della protezione umanitaria, finiranno senza fissa dimora grazie a una legge che produce illegalità e insicurezza. Decine di persone che lavoravano nel CARA perderanno il lavoro. Per la civiltà e l’umanità del nostro Paese è un ennesimo passo indietro. Un disastro da tutti i punti di vista, prodotto con freddo cinismo in cambio di un po’ di propaganda spiccia”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci

MIGRANTI – DE PETRIS (LeU): “MAGGIORANZA USA SFRUTTAMENTO AFRICA COME STRUMENTO DI DISTRAZIONE DI MASSA. OPPORTUNO MINISTRO IN AULA”

 

“Il dramma dello sfruttamento dell’Africa, che spesso assume realmente forme neocoloniali, è un problema serissimo che va discusso e affrontato seriamente, non usato come espediente propagandistico”, afferma la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“Un tema così importante viene invece adoperato dalla maggioranza come puro strumento di distrazione di massa. Per questo riteniamo assolutamente opportuno e necessario che il ministro Moavero si presenti di fronte all’aula del Senato per un’informativa in materia”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci

MIGRANTI – DE PETRIS (LeU): “SALVINI E DI MAIO GAREGGIANO IN CINISMO E DISUMANITA’. VERGOGNA D’ITALIA E D’EUROPA INCANCELLABILE”

 

“Di fronte a una tragedia immane come quella di ieri e nonostante l’ecatombe nel Mediterraneo rischi di ripetersi oggi, Salvini e Di Maio gareggiano in cinismo e disumanità. In Italia si sta perdendo anche l’ultimo briciolo di umanità” dichiara la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“Non manca neppure chi, come il ministro Salvini, attribuisce la responsabilità di questa strage alle Ong che ‘invoglierebbero’ i migranti a partire. Sono menzogne oscene e infami. La colpa di aver fatto del Mediterraneo un cimitero è dei governi europei con il governo italiano in primissima fila. E’ di chi ha delegato alla Libia il compito di sbarazzarci dei migranti senza andare troppo per il sottile, pur sapendo perfettamente che questo si sarebbe tradotto in lager nella migliore delle ipotesi e in strage nella peggiore. La colpa indelebile di questa mattanza è di chi proibisce i soccorsi e dà molto più valore a uno 0,1% in più nei sondaggi che non alla vita di migliaia di esseri umani. La vergogna dell’Italia e dell’Europa non potrà essere cancellata”.

Approfondisci