All Posts Tagged: Loredana De Petris

VIVISEZIONE – CASO MACACHI: “MINISTRO INTERVENGA PER REVOCARE L’AUTORIZZAZIONE ALLA SPERIMENTAZIONE”. INTERROGAZIONE TRASVERSALE PRESENTATA AL SENATO.

E’ stata presentata da cinque senatori appartenenti a diversi gruppi un’interrogazione rivolta al ministro della Salute Speranza, a firma De Petris (LeU), Lucidi e Taverna (M5S), Cirinnà (Pd) e Giammanco (Fi), sul caso dei sei primati non umani coinvolti in un progetto di ricerca delle Università di Torino e Pavia che ne prevede l’accecamento, mediante asportazione parziale della corteccia visiva, nella prossima primavera.

L’interrogazione  ricorda che la  sperimentazione sui primati non umani è proibita dalla legge salvo quando sia “scientificamente provata” l’impossibilità di raggiungere altrimenti lo scopo della procedura.

Il ministero della Salute, per concedere il permesso eccezionale, deve acquisire il parere favorevole e motivato dell’Organismo Preposto al Benessere Animale dell’Università richiedente e del Consiglio Superiore di Sanità. In questo caso, scrivono i cinque senatori, non è stata però esposta “nessuna argomentazione o motivazione”. Risulta di conseguenza “illegittimo” il parere e, “per illegittimità derivata”, anche l’autorizzazione concessa dal ministero della Salute, guidato ai tempi dalla ministra Lorenzin.

La LAV, Lega anti vivisezione, ha raccolto 360mila firme. L’interrogazione chiede al ministro Speranza se “non ritenga necessario e doveroso annullare immediatamente l’autorizzazione, emessa in palese violazione della normativa di riferimento. E’ ormai acclarato che la ricerca sui primati non porta a risultati soddisfacenti. Ma in questo caso ci troviamo di fronte a una clamorosa violazione sia della legge italiana che delle disposizioni europee. E’ necessario che il ministro intervenga subito”, commenta la presidente del gruppo Misto De Petris.

Approfondisci

SEGRE – DE PETRIS (LEU): “E’ TRISTE CHE DOPO QUASI 80 ANNI UNA VITTIMA DELLA SHOAH SIA COSTRETTA ALLA SCORTA. MA NON PERMETTEREMO ALL’ANTISEMITISMO DI IMPORSI DI NUOVO”.

“E’ molto triste che quasi 80 anni dopo la Shoah una vittima di quella atroce barbarie come Liliana Segre sia costretta a essere scortata. Una simile vergogna impone a tutti noi di reagire, fronteggiando e battendo questa cultura dell’odio e della discriminazione che sta risorgendo in Italia e in Europa”, dichiara la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“Voglio dire a Liliana Segre, con grande e sincero affetto, che non è sola. Con lei, al suo fianco, ci sono milioni e milioni di italiani che non permetteranno all’antisemitismo e al razzismo di imporsi di nuovo”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci

ROGO LIBRERIA – DE PETRIS (LEU): “ATTO VILE MOLTO GRAVE, SOLIDARIETA’ E VICINANZA ALL’INTERA COMUNITA'”.

“Il nuovo incendio contro la libreria “Pecora elettrica”, proprio alla vigilia della riapertura, è un atto vile molto grave nei confronti di un presidio sociale e culturale libero che, tra mille difficoltà, tenta di contrastare lo spaccio e l’abbandono a Centocelle. In attesa che la Magistratura faccia piena luce su quanto accaduto, esprimo solidarietà e vicinanza all’intera comunità. Faremo di tutto affinché la libreria riapra al più presto”.  Così la senatrice di LeU Loredana De Petris.
Approfondisci

ESPLOSIONE CASCINA – DE PETRIS (LEU): “CORDOGLIO E VICINANZA PER LA TRAGICA MORTE DEI VIGILI DEL FUOCO”.

“Massimo cordoglio per la tragica morte dei tre Vigili del Fuoco, periti questa notte nell’adempimento del loro dovere, vicino ad Alessandria. Mi stringo ai familiari di Marco, Matteo e Antonino con sincera vicinanza. L’ipotesi dell’incendio doloso, che deve essere accertata immediatamente, renderebbe questa tragedia anche un odioso crimine”. Dichiara la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.
Approfondisci

EX-ILVA – DE PETRIS (LEU): “LA DECISIONE DI ANCELORMITTAL E’ PRETESTUOSA. GLI ATTACCHI DI SALVINI SONO BUGIARDI.”

“La decisione di ArcelorMittal non dipende dalla scelta del governo di non ripristinare una improponibile impunita’ totale, tanto più che nella sostanza quell’impunità era stata appena scalfita. Del resto Arcelor non aveva neppure aspettato di conoscere la decisione del governo per nominare un amministratore delegato il cui nome indicava già chiaramente quali fossero comunque le intenzioni dell’azienda”, dichiara la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.
“Altrettanto pretestuosi, strumentali e bugiardi sono gli attacchi di Salvini, che finge di dimenticare che lui e il suo partito erano al governo quando fu deciso non di eliminare, ma di attenuare lo scudo a protezione di ArcelorMittal. La realtà è che forse proprio la scelta di sostenere l’acquisto da parte della multinazionale indiana è stata poco oculata”, conclude la presidente De Petris.
Approfondisci

MANOVRA – DE PETRIS (LEU): “APPROVATA CON L’ACCORDO DI TUTTI. VA MIGLIORATA SENZA RIMETTERNE IN DISCUSSIONE L’IMPIANTO PER OTTENERE VISIBILITA’.”

La manovra è stata approvata con l’accordo di tutti. Rappresenta un punto di mediazione e di intesa tra le esigenze segnalate dai diversi partiti della maggioranza. Il Parlamento può e deve naturalmente migliorarla, in particolare per quanto riguarda gli investimenti verdi, ma senza snaturarla e rimetterne in discussione l’impianto e la struttura”, dichiara la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

Chiedere di rivedere i fondamentali della manovra al solo scopo di ottenere maggiore visibilità, come fa Matteo Renzi, è un esercizio sterile e autolesionistico che non serve davvero a nessuno”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci

LIBIA – DE PETRIS E FORNARO (LEU): “MEMORANDUM SUI MIGRANTI NON DEVE ESSERE CONFERMATO.”

“Il memorandum sui migranti tra Italia e Libia, che scadrà il prossimo 2 novembre, non può essere confermato senza radicali modifiche. La Libia non è un porto sicuro in cui riportare i naufraghi salvati e non lo è neppure per quelli che vengono rinchiusi nei lager e sottoposti a un trattamento feroce e disumano che è ormai, purtroppo, ampiamente documentato”, dichiarano Loredana De Petris e Federico Fornaro, capigruppo LeU.

“Il fatto che il memorandum sia stato concordato, in un incontro tra i funzionari del Viminale e la Guardia costiera libica, con uno dei più feroci torturatori e trafficanti di esseri umanI libico, appena confermato a capo della Guardia costiera libica, getta una luce ancor più sinistra su quell’accordo. Del tutto inaccettabile è anche il decreto libico emesso il 14 settembre scorso che impone alle Ong di presentare preventiva domanda di autorizzazione alle autorità libiche prima di operare salvataggi in mare. Questo memorandum non può essere confermato e a pronunciarsi deve comunque essere il Parlamento, che non può continuare ad essere ignorato e messo da parte in una materia che riguarda direttamente il rispetto dei più elementari diritti umani e della nostra stessa Costituzione”, concludono Fornaro e De Petris.

Approfondisci

UMBRIA – DE PETRIS (LEU): “I RISULTATI PARLANO DA SOLI MA FERMARSI ORA SAREBBE UN GRAVE ERRORE. SERVE UNA VERA ALLEANZA POLITICA FONDATA SU UN’IDEA DI SOCIETA'”.

“I risultati delle elezioni in Umbria parlano da soli. Negare la portata della sconfitta sarebbe ridicolo anche se non si devono dimenticare le condizioni di partenza e i limiti inevitabili di una coalizione costruita in fretta e furia all’ultimo secondo”, afferma la senatrice di LeU Loredana De Petris.

“La cosa peggiore sarebbe ora darsi per vinti e rinunciare all’obiettivo di dar vita a un’alleanza politica in grado di battere una destra sempre più marcata dalle sue componenti più estremiste e inquietanti. Bisogna invece andare avanti e  muoversi con decisione molto maggiore per costruire una vera coalizione politica fondata sulla condivisione di programmi e progetti. E’ fondamentale che questo progetto non sia calato dall’alto e quasi imposto ai territori ma che invece parta sin dall’inizio ascoltando i territori e le loro esigenze. Non dobbiamo costruire una coalizione purchessia con il solo obiettivo di frenare la destra. Dobbiamo saper mettere in campo un’idea di società e questo lo si può fare muovendosi in strettissimo e permanente contatto con i territori”.

Approfondisci

AMBIENTE – DE PETRIS (LEU): “UN DDL CONTRO L’OBSOLESCENZA PROGRAMMATA E PER ALLUNGARE I TEMPI DI GARANZIA DEI PRODOTTI.”

“L’impegno per accelerare la transizione ecologica, che è il principale obiettivo di questo governo e di questa maggioranza, passa anche per la capacità di intervenire in modo intelligente e strategico con leggi adeguate. Bisogna ad esempio combattere la cosiddetta ‘obsolescenza programmata’ che, per massimizzare il profitto, impone di costruire prodotti con tempi di vita limitati, per costringere i consumatori ad acquistare nuovi modelli dopo pochi anni”., dichiara la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“Una delle vie più efficaci per combattere l’obsolescenza programmata è intervenire sulla durata della garanzia. E’ infatti statisticamente provato che l’80% dei prodotti vengono portati a riparare nel periodo di garanzia mentre la percentuale si dimezza a garanzia scaduta, perché a quel punto gli acquirenti preferiscono comprare un nuovo prodotto. La leva della garanzia è in realtà molto potente perché interviene a diversi livelli, dalla necessità di mettere in commercio modelli riparabili alla dissuasione che si eserciterebbe contro la tendenza a delocalizzare. Per questo ho presentato un ddl, che, tra le altre cose, impone un tempo di garanzia di cinque anni e di dieci anni per i prodotti per i quali si presume una più lunga durata. La battaglia per la transizione ecologica si deve combattere anche con leggi mirate come questa”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci

MIGRANTI – DE PETRIS (LEU): “L’ASTENSIONE DEL M5S IN EUROPARLAMENTO SULLA MOZIONE PER I PORTI APERTI E’ INCOMPRENSIBILE E COMUNQUE GRAVE.”

“L’astensione del M5S in Europarlamento, che ha portato alla bocciatura della risoluzione sulle Ong per il soccorso in mare, è incomprensibile e comunque grave. Per chi salva vite umane i porti devono essere sempre aperti.”

Così commenta in un tweet il voto dell’europarlamento che ha bocciato la risoluzione a favore dei porti aperti per chi soccorre i migranti, la senatrice Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.
Approfondisci