All Posts in Category: Notizie

GRAN SASSO – DE PETRIS (LeU): “LA CHIUSURA DEL TUNNEL VA EVITATA ASSOLUTAMENTE. RISANARE IL BACINO IDRICO E’ COMPETENZA DELLO STATO. NO A COMMISSARIO CON POTERI DI DEROGA”

 

“La chiusura del traforo del Gran Sasso creerebbe problemi enormi ai cittadini e deve essere assolutamente evitata. Non bisogna permettere alla concessionaria di fare i propri giochi sulla pelle dei cittadini. L’emergenza del bacino idrico del Gran Sasso è competenza assoluta dello Stato, che deve reperire immediatamente i  172 mln di euro necessari per mettere le acque del bacino idrico in sicurezza e  individuare un commissario che dovrà lavorare in stretto e continuo contatto con l’Osservatorio Indipendente dell’Acqua del Gran Sasso”, afferma la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto, nel corso della conferenza stampa convocata al Senato dell’Osservatorio, al quale aderiscono tutte le principali organizzazioni e associazioni ambientaliste.

“La nomina del commissari  è stata annunciata dal governo. Nel decreto Sblocca Cantieri però l’emendamento annunciato non c’è, come non c’è nulla in merito all’emergenza Gran Sasso. In compenso l’art. 4 del decreto prevede commissari con facoltà di derogare da tutte le leggi. Sarebbe un drammatico paradosso se un commissario potesse affrontare la situazione del bacino del Gran Sasso in deroga alle leggi che tutelano l’ambiente e la salute dei cittadini. Sarebbe l’opposto esatto di quel che è necessario fare. E’ bene ricordare  che un commissario c’è già stato,  senza che si ottenesse alcun risultato. E’ infatti necessario che il commissario non solo sia una figura di altissima competenza e privo di poteri di deroga ma anche che si muova sulla base di un rapporto stretto con l’Osservatorio, che da anni si occupa dell’emergenza del bacino del Gran Sasso”.

Approfondisci

ROMA – DE PETRIS (LeU): “DA CARDINAL KRAJEWSKI GESTO ESEMPLARE DI GIUSTIZIA. ORA RISOLVERE SITUAZIONE METTENDO FAMIGLIE E MINORI AL PRIMO POSTO”

 

“Ieri il cardinale Krajewski ha fatto un gesto esemplare di vera giustizia, coraggioso e concreto, al quale il ministro degli Interni ha risposto con l’abituale meschinità. Dovrebbe essere evidente a tutti che non si possono lasciare 450 persone tra cui 93 minori senza luce né acqua calda e il cardinale ha dimostrato nei fatti che in questi casi la solidarietà e il senso d’umanità devono venire prima di ogni cosa”, afferma la senatrice di leu Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“Ora bisogna evitare a ogni costo un nuovo distacco della luce nello stabile di via Santa Croce in Gerusalemme. Bisogna trovare una soluzione ragionevole e praticabile, che metta al primo posto la difesa delle famiglie che lì vivono, dei minori e delle attività sociali e culturali, mai preziose come in questo momento, che Spin Time Labs organizza all’interno dello stabile”.

Approfondisci

IMMIGRAZIONE – DE PETRIS (LeU): “SEQUESTRO DELLA MAR JONIO E’ TRIONFO DELL’ARBITRIO E DELLA PREPOTENZA”

 

“Il sequestro della ‘Mar Jonio’, rea di salvare vite umane, è una squallida e meschina vendetta del ministro degli Interni contro chi insiste nel rispettare le leggi del mare e dell’umanità invece di obbedire ai suoi ordini”, dichiara la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“La Guardia di Finanza non ha riscontrato alcuna irregolarità sulla nave. Non esiste alcun decreto che ordini la chiusura dei porti. Il ministro degli Interni non ha facoltà di decidere in materia. Insomma siamo di fronte al trionfo dell’arbitrio e della prepotenza e mi chiedo fino a quando si permetterà a Salvini di spadroneggiare in questo modo senza averne alcun diritto”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci

AMBIENTE – CONFERENZA STAMPA SU PERICOLO BACINO IDRICO GRAN SASSO

 

Gallerie autostradali e Laboratori sotterranei dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare rendono insicuro uno dei più importanti bacini idrici dell’Italia centro-meridionale all’interno di un parco nazionale. In questi giorni sono in discussione la dichiarazione dello stato di emergenza e la nomina di un commissario straordinario governativo

Lunedì 13 maggio alle ore 13,00 presso la sala Caduti di Nassirya a Palazzo Madama del Senato, l’Osservatorio Indipendente sull’Acqua del Gran Sasso, promosso dalle Associazioni WWF, Legambiente, Mountain Wilderness, ARCI, ProNatura, Cittadinanzattiva, Guardie Ambientali d’Italia, FIAB, CAI e Italia Nostra, terrà una conferenza stampa nella quale illustrerà la situazione di grave pericolo per l’acquifero del Gran Sasso e le posizioni delle Associazioni ambientaliste, sociali e dei consumatori anche alla luce della discussione in corso sulla dichiarazione di emergenza e sulla nomina di un commissario straordinario governativo per la messa in sicurezza del sistema. Alla conferenza stampa parteciperanno i rappresentanti nazionali delle Associazioni e porterà i saluti la Senatrice Loredana De Petris, capogruppo del Gruppo Misto del Senato che ha offerto ospitalità all’Osservatorio Indipendente sull’Acqua del Gran Sasso per questa conferenza stampa.

Si ricorda che per accedere agli uffici del Senato della Repubblica per i maschi è obbligatorio indossare giacca e cravatta. Per gli accrediti è necessario contattare l’Ufficio Stampa del Senato della Repubblica, le informazioni su come fare sono disponibili a questo link, oppure  andreacolombo954@gmail.com In caso ciò non fosse possibile si può scrivere a ufficiostampa@wwf.it entro e non oltre le ore 15,00 di venerdì 10 maggio indicando Nome e cognome; Luogo e data di nascita; Estremi del documento di riconoscimento; Indirizzo e numero telefonico per eventuali comunicazioni; Testata giornalistica per la quale si effettua il servizio fotografico o televisivo).

Approfondisci

ROMA – DE PETRIS (LeU): “GRAVI E INAUDITI GLI ATTACCHI DI JAMES PALLOTTA CONTRO LE RADIO SPORTIVE CHE LO CRITICANO”

 

“Gli insulti e le velate minacce rivolte dal presidente della Roma James Pallotta alle radio romane specializzate nel calcio che si permettono di criticarlo  sono molto gravi e inauditi” afferma la senatrice Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“Presenterò subito un’interrogazione parlamentare affinché siano attivate tutte le azioni a tutela del pluralismo e della piena libertà dell’informazione e in particolare del pluralismo radiofonico sportivo nella città di Roma. Chiederò anche al governo di attivarsi immediatamente per garantire che non ci siano azioni intimidatorie di sorta nei confronti delle radio sportive della Capitale”, conclude la senatrice di LeU.

Approfondisci

SIRI – DE PETRIS (LeU): “DIMISSIONI ATTO DOVUTO E NECESSARIO. ORA CONTE RIFERISCA IN AULA”

 

“Era ora. Le dimissioni del sottosegretario Siri erano un atto dovuto e necessario. Sarebbe stato meglio arrivarci prima, senza la messa in scena per lo più a uso elettorale delle ultime due settimane, che ha solo contribuito a screditare le istituzioni. Il Parlamento non può però essere tenuto fuori, come se la faccenda riguardasse solo il governo. Conte, come avevo già chiesto sin dall’inizio, deve venire al più presto in aula a riferire sull’intera vicenda”, afferma la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“Bisogna stare molto attenti a distinguere il piano penale, sul quale la presunzione d’innocenza deve essere rigorosamente rispettata, da quello della politica. Tanto più in un momento come questo, quando le indagini su casi di corruzione si moltiplicano in tutto il Paese, la politica deve dimostrarsi capace di reagire con prontezza e autonomia, allontanando ogni sospetto e dimostrandosi determinata sia nel difendere le garanzie garantite dalla Costituzione sia nel combattere a ogni livello e senza guardare in faccia nessuno la corruzione”.

Approfondisci

AMBIENTE – DE PETRIS (LeU): “ASSURDO CHE A ROMA SI SIANO ASFALTATI GLI ALBERI. IL COMUNE SI AFFIDA A INCOMPETENTI TOTALI”

“Come impedire che gli alberi precipitino sulla testa di qualche passante, come a Roma purtroppo capita con una certa frequenza? Semplice: asfaltandoli. Forse c’è questo delirante ragionamento dietro la decisione di ‘asfaltare’ gli alberi del quartiere Aurelio a Roma. O forse è un nuovo e geniale modello di manutenzione del verde: uccidere gli alberi e risolvere il problema letteralmente alla radice”, dichiara la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“Ironizzare è facile e in un caso simile quasi inevitabile. In realtà non c’è proprio niente da ridere. Se si può arrivare a questo punto, se si possono asfaltare gli alberi, significa che si è persa ogni pur minima competenza e ogni consapevolezza delle esigenze del verde pubblico. Presenterò subito un’interrogazione al ministro dell’Ambiente non solo per chiedere che si restituisca immediatamente agli alberi dell’Aurelio la possibilità di respirare ma anche per sapere come sia possibile che la manutenzione a Roma sia affidata a ditte evidentemente del tutto prive di ogni competenza”, conclude la presidente De Petris.

Approfondisci

SIRI – DE PETRIS (LeU): “BASTA CON LE PRESE IN GIRO. CONTE SI DECIDA A COMPORTARSI DA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO”

 

Il caso del sottosegretario Siri e delle sue dimissioni è ormai diventato una presa in giro intollerabile. Il problema non è la corruzione o l’ombra di infiltrazioni mafiose nel governo. E’ solo trovare un cavillo per fare contenti entrambi i soci della maggioranza. Questo e solo questo è oggi il problema del presidente Conte, l’ostacolo che gli impedisce di chiarire la situazione. Ma per questa via a perdere la faccia e la dignità, per salvare gli interessi della Lega e del M5S, sono purtroppo le istituzioni e la loro credibilità. E’ ora che Conte smetta di barcamenarsi come un equilibrista e si decida a comportarsi come un presidente del Consiglio”, afferma la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

Approfondisci

RAI – ERRANI-DE PETRIS (LeU): “SIANO ACCERTATE LE RESPONSABILITA’ RIGUARDO AL SERVIZIO SU PREDAPPIO”

“Sul Tg regionale dell’Emilia Romagna è andato in onda un servizio giornalistico di due minuti sulla manifestazione di nostalgici fascisti tenutasi a Predappio per l’anniversario della morte di Mussolini. Un servizio grave e inaccettabile per l’argomento trattato e la totale assenza di una contestualizzazione”, lo affermano i senatori di LeU Vasco Errani e Loredana De Petris (componente della commissione di vigilanza della Rai).

“Saluti romani, luoghi comuni e disinformazione storica: una scena davvero inaccettabile messa in atto dal TG regionale gestito dalla RAI. Nonostante le dichiarazioni di dissociazione da parte della redazione del Tg e da parte del suo direttore, resta tuttavia da capire come un servizio del genere sia potuto essere messo in onda in un Tg del servizio pubblico. A questo proposito, l’ad della Rai Salini ha annunciato un’indagine interna. Ci attiveremo quindi anche in commissione di Vigilanza, affinché questa indagine sia rapida e porti presto all’individuazione delle responsabilità e vengano presi i relativi provvedimenti rispetto a questo episodio anacronistico e vergognoso”.

Approfondisci